Bimba abbandonata perché disabile, l’ospedale la adotta

La piccola nata nel 2009 è affetta da cerebropatia genetica, dalla nascita è accudita amorevolmente dal personale dell'ospedale di Livorno.

di Enzo Mauri 27 Aprile 2012 1:05

Come una favola dal lieto fine. Una bambina disabile è stata praticamente adottata dal personale dell’ospedale di Livorno, in attesa di trovare una famiglia disposta ad accoglierla. La bimba è nata nel 2009 fa da una coppia di giovani nomadi. I due decisero di lasciare la figlioletta in ospedale perché troppo poveri per mantenerla e a causa della grave forma di cerebropatia genetica da cui è affetta.


Dopo quasi tre anni la bimba vive nel suo lettino d’ospedale accudita dalle amorevoli cure di medici e infermieri tra cui il primario Edoardo e l’infermiera Simona: “Il padre ogni tanto viene a trovarla quando si trova a Livorno”, ha raccontato a La Repubblica il primario Edoardo Micheletti, “Vuole sapere come sta anche se non chiede mai di vederla”.


Intanto si attende la sentenza del Tribunale di Livorno che dovrà decidere per la richiesta d’adozione della piccola avanzata da una famiglia del luogo, che dovrà assumersi la responsabilità di far crescere una disabile per di più tracheotomizzata: la bimba avrà bisogno di tanto amore. Mentre la burocrazia fa il suo corso, la bambina nel frattempo resta nell’ospedale dove è ormai entrata nel cuore di tutti.

Commenti