Trending
{"ticker_effect":"slide-h","autoplay":"true","speed":3000,"font_style":"normal"}
critical thinking

Critical thinking: i corsi per sviluppare il pensiero critico

Di fronte alla massa di contenuti che, ogni giorno, transitano sui display dei nostri telefonini, alla tendenza alla condivisione selvaggia e all’inevitabile fastidio che ne consegue, la conseguenza è quasi scontata: il pensiero critico vacilla. Distinguere tra informazioni vere e false è sempre più difficile e non tutti hanno il tempo e le energie per dedicarsi a un continuo – ed estenuante – fact checking.

Eppure, la cura contro l’infodemia è una sola, tanto per i professionisti dell’informazione, quanto per il semplice spettatore e utente della rete: sviluppare la conoscenza e un atteggiamento critico che permetta di farsi un’opinione (non preconcetta). Facile? Non proprio, ma esistono corsi online molto interessanti che ci aiutano in questo compito: scopri di più per trovare quello giusto.

Maturità 2020, oggi si decide il calendario dei colloqui

E’ ufficialmente partita la maturità 2020, una sessione di esami assolutamente differente rispetto al passato a causa dell’emergenza Coronavirus, ma ciò non toglie sicuramente l’ansia di affrontare un traguardo così importante per migliaia di studenti italiani.

Mostra del Cinema di Venezia 2019, al via la 76esima edizione

Tutto pronto per la 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia: e sarà pioggia di star dal 28 agosto al 7 settembre come anticipato dal direttore artistico Alberto Barbera. 

La kermesse si inaugura il 28 agosto alla presenza della madrina Alessandra Mastronardi, del direttore Barbera e del presidente della Biennale Paolo Baratta, con le giurie e Catherine Deneuve, Juliette Binoche e Ethan Hawke, protagonisti del film di apertura in concorso La Vérité di Kore-Eda-Hirokazu. Un’edizione, la 76esima, che mette al centro le donne come spiega Barbera che è riuscito a riuscire per l’edizione 2019 della Mostra una parata di star.

trinità dei monti ok

Trinità dei Monti, vietato sedersi sulla scalinata a Piazza di Spagna

 

Vietato sedersi sui 135 gradini di travertino di Trinità dei Monti, la magnifica gradinata di piazza di Spagna a Roma, già patrimonio dell’Unesco. 

Sono gli effetti della nuova disciplina prevista dal neo regolamento di polizia urbana emesso dal Campidoglio che gli agenti romani hanno cominciato a far rispettare da stamane. 

 

E così le scalinate di Trinità dei Monti sono deserte perché i turisti e gli avventosi, storcono il naso, ma poi alla fine obbediscono alle richieste degli agenti di polizia e si alzano come riportano le diverse agenzie di stampa.