Il 15 novembre si decide il lockdown totale in Italia

Il 15 novembre il Governo si riunirà per decidere un possibile nuovo lockdown totale.

di Maria Barison 10 Novembre 2020 12:53

L’ultimo DPCM in Italia, con la suddivisione del Paese in fasce gialle, arancioni e rosse a seconda del grado di criticità dei contagi da Coronavirus, potrebbe a breve essere ulteriormente modificato.

L’appello degli ultimi giorni fatto dai medici, che consigliavano il Governo di chiudere tutto, ha seriamente preoccupato gli addetti ai lavori. E’ come sempre il sistema sanitario ad essere l’ago della bilancia di questo maledetto virus, se insomma gli ospedali iniziano ad essere estremamente saturi e non in grado più di gestire questa pandemia, è evidente come il collasso sia dietro l’angolo. Bisogna quindi puntare sul minor numero di persone ricoverate negli ospedali e ciò è possibile esclusivamente se diminuiscono i contagi.

Quando si deciderà per il possibile lockdown totale?

A questo punto si sta ragionando sulla possibilità di un lockdown totale, lasciando da parte le varie zone d’Italia diversificate e puntando sulle stesse norme per tutti. La data per stabilire se un ulteriore lockdown totale sarà fatto, sarà il 15 novembre.

Domenica prossima saranno trascorse quasi due settimane dall’ultimo DPCM, dando modo alla curva epidemiologica di dare risposte concrete sulle misure adottate da quel momento in poi in tutta Italia. Da questo punto di vista però il Governo è un po’ diviso, Conte richiede pazienza per dare modo alle ultime misure adottate di dare i loro frutti, senza insomma lasciarsi coinvolgere dall’emotività. Per i ministri Speranza e Franceschini invece non ci sarebbe più tempo e l’unica soluzione da adottare resterebbe l’immediato lockdown totale.

Diverse regioni da zone gialle diventeranno arancioni o rosse

Intanto diverse regioni, considerate gialle appena la settimana scorsa, in queste ore stanno rischiando di diventare arancioni, se non addirittura rosse come ad esempio la Campania. Sono ore decisive per riuscire a capire quale ulteriore restrizione bisognerà adottare per evitare che il virus corra velocemente e diventi assolutamente difficile da poter più gestire.

Ormai sembra che i contagiati siano sempre più e questo perché ci sono molti asintomatici che, non sapendo di aver contratto il Coronavirus, si ritrovano involontariamente a contagiare altre persone, soprattutto in famiglia. Resta come unica soluzione possibile alla lotta alla pandemia il restare a casa. Nonostante insomma il distanziamento sociale, la mascherina e l’igiene costante delle mani, convivere con il Coronavirus non ha portato i frutti sperati, sicuramente anche per il mancato rispetto delle regole di molti cittadini.

Commenti