Lockdown a Natale, il governo si spacca

L'ipotesi di un lockdown a Natale in tutt'Italia sta creando un netto scontro al governo.

di Maria Barison 15 Dicembre 2020 11:38

La situazione in Italia non è ancora delle migliori, stando al Cts la curva epidemiologica non è scesa come previsto e c’è chi ipotizza un lockdown a Natale in tutto il Bel Paese.

Con le festività natalizie gli spostamenti sono maggiori, c’è chi non rinuncia alla corsa dei regali di Natale e soprattutto alle riunioni di famiglia. Conte chiede qualche altro sacrificio agli italiani e l’ipotesi zona rossa in tutta Italia proprio nei giorni più caldi delle festività natalizie può sembrare la soluzione migliore. Bisogna evitare di ritrovarsi con una terza ondata che possa essere ancora più aggressiva di quella attuale e per fare ciò il distanziamento sociale deve essere necessario.

Scontro al governo sul lockdown a Natale

Speranza, Boccia e Franceschini spingono per un lockdown totale a Natale, ma per Teresa Bellanova, capo delegazione di Italia viva, non può essere fattibile. Il problema principale è come sempre l’economia italiana, si è dato modo ai ristoratori di poter ripartire e garantire, durante i giorni delle festività, di essere aperti anche a pranzo, provando insomma a salvare il salvabile in un periodo davvero tragico dal punto di vista economico.

Se ora invece si decide che i ristoranti dovranno chiudere per i giorni clou delle festività natalizie, si rischia di creare ancor più problematiche a lavoratori che hanno ormai già acquistato i beni primari proprio in vista della riapertura. E’ quindi scontro al governo sulle posizioni da prendere durante il Natale, addirittura si pensa ad un coprifuoco alle 20, se non alle 18, che limiterebbe di gran lunga anche l’incontro tra parenti stretti di primo grado.

Il problema dell’economia in Italia

Il governo chiede agli italiani un ulteriore sforzo, un lockdown a Natale probabilmente non sarà accettato da molti, anche perché i sacrifici sono stati già fatti e si rischia di creare ancor più nervosismo tra le classi di lavoratori che vivono grazie al commercio. Il punto centrale è sempre quello economico, perché per preservare la salute degli italiani, inevitabilmente bisogna chiedere sacrifici lavorativi importanti. Il periodo di Natale è quello che in genere consente di guadagnare maggiormente per ristoranti e commercianti di ogni genere, arrivare ad ipotizzare una zona rossa con un lockdown totale in Italia creerebbe problemi ancora più importanti per l’economia italiana.

Tags: conte
Commenti