Delitto di Avetrana, la Procura chiede l'arresto di zia Cosima

di Gioia Bò 25 Maggio 2011 9:43

Nuove importanti indiscrezioni arrivano da Avetrana, teatro la scorsa estate dell’omicidio della piccola Sarah Scazzi, scomparsa il 26 agosto e poi trovata morta due mesi dopo in un pozzo.

Per quel delitto sono in carcere lo zio e la cugina della ragazza, Michele e Sabrina Misseri, mentre negli ultimi giorni è arrivato un avviso di garanzia anche alla zia di Sarah, Cosima Serrano, moglie e madre dei due imputati.

La novità del giorno viene dal Quotidiano di Puglia, secondo il quale la Procura avrebbe chiesto l’arresto di Zia Cosima ed un nuovo provvedimento di arresto per Sabrina, già detenuta, ma in attesa della decisione del riesame (si prospetterebbero i domiciliari).

I Ris di Roma proprio in queste ore stanno comparando il DNA di Sarah Scazzi con quello dell’intera famiglia Misseri, quello di Ivano Russo (amico della ragazza e forse “causa” dell’omicidio) e quelli di Carmine Misseri e Cosimo Cosma (fratello e nipote di Michele Misseri).

Commenti