Emergenza Coronavirus, nessuna restrizione per supermecati o negozio di genere

L'emergenza Coronavirus non comporta restrizioni per supermercati o negozi di genere, ma bisogna sempre rispettare le norme igieniche e di distanza di sicurezza.

di Maria Barison 10 Marzo 2020 12:31

In queste ore, con il nuovo decreto emanato dal Governo per l’emergenza Coronavirus, si è generato il panico dei cittadini italiani che si sono riversati in massa nei supermercati.

Situazione alquanto assurda che cozza assolutamente con quanto professato da Conte durante la lettura dei punti salienti del nuovo decreto, ossia quello di stare a casa ed evitare assembramenti almeno fino al 3 aprile. In molti però a quanto pare non hanno capito questi due punti fondamentali per poter contrastare l’emergenza Coronavirus, perché al momento l’unica certezza per evitare i contagi è stare lontani gli uni dagli altri. Ciò che lascia quindi perplessi è l’incapacità dei cittadini italiani di capire queste semplici regole e metterle in pratica.

Nessun divieto o restrizione per supermercati e negozi di genere

Nel nuovo decreto non è assolutamente emanata la chiusura dei supermercati o dei negozi di genere, eppure appena Conte ha terminato il discorso, in molti si sono riversati nei supermercati aperti anche di notte, come ad esempio il Carrefour. Inoltre la libera circolazione delle merci non subirà alcun tipo di restrizione sul territorio nazionale, ciò significa che continueranno ad esserci le solite scorte presenti nei vari supermercati di qualsiasi tipo di prodotto. Perché allora gli italiani hanno iniziato da ieri sera ad ammassarsi in gruppo davanti a qualsiasi tipo di supermercato? A questo punto si deve pensare solo che vige troppa ignoranza in questo Paese, altrimenti tutti avrebbero evitato di creare assembramenti di questo tipo davanti ai supermercati.

L’emergenza Coronavirus può essere risolta solo rispettando le regole

L’emergenza Coronavirus è diventata serissima, l’Italia intera è zona rossa e se non si rispettano le varie misure restrittive, si rischia di non riuscire a debellare il problema per molto tempo. In Cina solo dopo due mesi sta pian pianino ritrovando la normalità e lì le regole sono state ancora più rigide e restrittive, in Italia invece la situazione è stata presa fin troppo sotto gamba, ma ora è necessario che tutti i cittadini mettano in pratica quanto detto dal Governo. E’ bene quindi restare a casa, si può andare a fare la spesa tranquillamente purché ci sia debita distanza tra le persone ed è possibile anche fare qualche passeggiata, ma sempre in maniera isolata. Lo stare insieme in questo periodo di emergenza Coronavirus è la cosa più grave che si possa fare.

Commenti