Cani maltrattati, aggredita la troupe di Striscia la Notizia

Edoardo Stoppa e i suoi collaboratori sono stati aggrediti da un 47enne infastidito dalla loro presenza presso il campo di addestramento cani a Breganze.

di Simona Vitale 16 maggio 2013 14:18

Mercoledì sera, intorno alle 22:30, nel campo di addestramento cinofilo appartenente alla Società Amatori Shaferhunde, in strada della Seriola a Breganze, è stata aggredita una troupe della nota trasmissione satirica Striscia la Notizia. Edoardo Stoppa, inviato Mediaset e grande amico degli animali, si trovava insieme a due suoi collaboratori mentre era intento a filmare i controlli messi in atto dai Carabinieri del Nas di Padova e del comando di Breganze sull’utilizzo su cani di collari ad impulsi elettrici. Il loro utilizzo è normalmente vietato.

Tuttavia, un 47enne di Valdagno, socio dell’organizzazione, non gradendo la presenza della troupe televisiva ha reagito, dopo aver invitato più volte l’operatore televisivo a spegnere la telecamera. Repentinamente gli ha così dato un calcio all’inguine, facendolo cadere per terra. Solo l’intervento dei Carabinieri ha impedito che il 47enne si scagliasse ancora contro l’operatore, nel frattempo trasportato all’ospedale di Santorso dov’è ancora ricoverato. Non solo.

Anche Stoppa e un altro collaboratore hanno riferito di essere stati aggrediti dal 47enne, costringendoli a ricorrere a cure mediche.  Mentre il giornalista se l’è cavata con una prognosi di 10 giorni a causa di una distorsione e di una distrazione del collo ed è stato dimesso, l’altro collaboratore è ancora ricoverato per accertamenti.

Della vicenda si occuperà la procura di Vicenza. Nel centro di addestramento, i militari hanno posto sotto sequestro un collare ad impulsi elettrici completo di telecomando ed un collare in acciaio con punte affinate, indossati da un cane sebbene ciò sia fermamene vietato dalle legge.

25 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti