Cicciolina: “Basta corruzione e clientelismo. Mi candido a Sindaco di Monza”

di Gianni Monaco 28 Settembre 2011 15:34

Ilona Staller, meglio nota come Cicciolina, ha intenzione di tornare in politica. La prima esperienza risale al 1987. La pornoattrice era candidata fra i Radicali e ottenne una valanga di preferenze. Divenne parlamentare della Repubblica, incarico che – tra molte polemiche – ricoprì fino al 1992. Grazie a quella esperienza (in cui si distinse per i diversi disegni di legge proposti), la Staller ha maturato il diritto a una pensione da 3mila euro lordi al mese. Inizierà a riscuoterla quando, tra qualche settimana, avrà compiuto 60 anni. A chi si scandalizza, la pornoattrice ricorda che non è certo l’unica a ricevere quella somma, che altri prendono assai di più e che è disposta a non percepire il vitalizio se lo faranno anche gli ex colleghi. Tradotto: alla pensione da parlamentare l’attrice di origini ungheresi non rinuncia.

La vera novità, comunque, è che la pornostar è intenzionata a fare ancora politica. Al settimanale Oggi ha spiegato che intende diventare Sindaco di Monza. Un obiettivo da raggiungere anche tramite la fondazione di “un partito di tipo ottimista-futurista. Basta con i partiti del magna-magna, i voti pilotati, gli appalti e le corruzioni – ha spiegato ancora l’ex parlamentare. – Pensiamo a un partito degli onesti: antimilitarista e per i diritti dei deboli. Andrei fra la gente, come al tempo dei Radicali, ad ascoltare i problemi”.

Commenti