Atlantica Digital sta sviluppando un software utile nei casi di riabilitazione cognitiva e fisica

2ViTA-B, questo il nome del software, si pone come un assistente virtuale e non intende sostituirsi al terapeuta.

di C. S. 13 Dicembre 2019 16:01

Atlantica Digital S.p.A. insieme al Ministero della Difesa (NAVARM) sta lavorando allo sviluppo di 2ViTA-B, un software avanzato che, attraverso dispositivi wearable per l’acquisizione di parametri cerebrali e vitali e un sistema di motion tracking portatile, può essere utilizzato dal paziente durante le attività quotidiane di riabilitazione cognitiva e fisica, svolte anche in assenza del terapeuta.

Il software è utile per pazienti che presentano una lesione traumatica cerebrale (TBI – Traumatic Brain Injury) a causa di un impatto traumatico al cranio. Vi sono inoltre casi in cui la lesione ha ripercussioni anche sulle capacità motorie di un individuo e può portare ad una condizione di stress acuto, denominata PTSD (Post Traumatic Stress Desorder).

Chi è affetto da PTSD presenta deficit di funzioni neuropsicologiche come concentrazione, attenzione, controllo esecutivo e memoria di lavoro.

Fondamentale in tutti questi casi è la riabilitazione, soprattutto quella a domicilio che consente al paziente di sottoporsi a un trattamento senza la necessità di spostarsi. Negli ultimi anni, le attività di riabilitazione sono state integrate con una avanzata tecnologia multimediale interattiva in modo da fornire una terapia personalizzata.

Il sistema su cui sta lavorando Atlantica, attraverso un assistente virtuale fornirà indicazioni sull’efficacia dell’attività svolta e, in caso di necessità, notificherà al terapeuta la necessità di un cambio di terapia. Questo per anticipare una variazione della terapia che, generalmente, avviene nelle visite di controllo effettuate dal terapeuta.

Come ci spiega il project manager di Atlantica “2ViTA-B si pone come un assistente virtuale e non intende sostituirsi al terapeuta”.

“Il software oltre a fornire indicazioni – aggiunge – sull’efficacia di un’attività riabilitativa, misurata in maniera oggettiva, darà la possibilità al terapeuta di accedere alla registrazione dell’attività stessa e dei parametri vitali e cerebrali monitorati durante l’attività per consentire a quest’ultimo di corroborare o confutare la decisione del sistema”.

2ViTA-B è pensato anche per favorire la motivazione del paziente, inserendo nelle attività elementi di gamification. Ogni paziente sarà connesso in rete e i risultati ottenuti, sintesi di correttezza ed efficacia di un’attività, saranno visibili e confrontati con i risultati ottenuti dagli altri pazienti al fine di creare una competizione costruttiva tra i pazienti durante le quotidiane attività di riabilitazione.

Il progetto rientra tra i sei progetti di Ricerca e Innovazione che Atlantica Digital ha avviato tramite la sua BU Digital Innovation. Le proposte sono state presentate da Atlantica al Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e al Ministero della Difesa (NAVARM) per poter accedere a specifici finanziamenti.

Commenti