Trovati morti due italiani in Venezuela

Trovata morta ed ammanettata su una spiaggia la coppia italiana che, giovedì scorso, era stata rapita in Venezuela alla chiusura del proprio negozio.

di Elena Arrisico 23 Maggio 2012 11:17

In Venezuela, sono stati rinvenuti i cadaveri di due italiani. I corpi sono stati trovati ad un centinaio di metri l’uno dall’altro sulla spiaggia di Caimare Chico ed appartengono a Teresa Del Savio – 55 anni – e Salvatore Di Pietro – 52 anni – i due coniugi italiani rapiti con la forza giovedì scorso a Maracaibo, in Venezuela. La coppia viveva a Maracaibo da anni ed aveva un negozio di liquori.

Secondo quanto rivelato dalla polizia locale e dall’esperto antisequestri dell’ambasciata italiana a Caracas, l’ipotesi più accreditata sarebbe quella di un rapimento a scopo estorsivo finito in tragedia. I due italiani sono stati ritrovati con le manette ai polsi e diverse lesioni – forse causate dalla caduta in mare, probabilmente avvenuta per motivi accidentali – ma nessuno dei due corpi presenta ferite da arma da fuoco. L’autopsia ha rivelato che la morte è sopraggiunta, per entrambi, per annegamento.

I due coniugi erano stati prelevati alla chiusura del loro negozio – che si trova all’interno di un centro commerciale, nel quartiere di Isla Dorada – dopo essere stati seguiti da un’auto. Le telecamere di sicurezza hanno, infatti, ripreso i due coniugi che sono costretti, da alcuni colpi di pistola sparati in aria e contro la vettura, a salire su un’auto. Su ciò che è avvenuto successivamente è ancora buio totale. I cari della coppia – di origini campane – aspettano il via libera della magistratura locale per ottenere la sepoltura dei due coniugi in Italia e sperano che vengano scoperti al più presto i colpevoli della tragedia.

Secondo quanto dichiarato dall’esperto antisequestri dell’ambasciata italiana, il picco massimo dei sequestri in Venezuela è avvenuto nel 2008 con 40 casi. Negli ultimi anni, i casi di rapimento a scopo estorsivo sono diminuiti, ma restano sempre parecchi i cosiddetti “sequestri express“, cioè quei rapimenti che si risolvono nel giro di poche ore e di cui spesso non sanno nulla neanche le autorità venezuelane stesse.

Commenti