Pensava d’avere il cancro, era un seme nei polmoni

La donna soffriva di crisi respiratorie, il seme le era finito nei polmoni anni prima, un colpo di tosse le ha permesso di scoprire la causa del suo male.

di Enzo Mauri 1 Maggio 2012 10:15

Lieto fine per un’americana che pensava d’essere gravemente ammalata. Florinda Blanca Riveron, 62 anni originaria di Cuba, ma residente negli Stati Uniti, soffriva da almeno 28 anni di problemi respiratori con crisi convulsive e continui colpi di tosse. Di recente era stata ricoverata in ospedale per quella che a tutti gli effetti appariva ai medici come un peggioramento della situazione. Un ulteriore esame approfondito aveva indicato la presenza di una macchia nera nei polmoni, determinando la diagnosi di cancro ai polmoni.

La donna in pieno stato depressivo era stata dimessa convinta che le fossero rimasti ormai pochi mesi di vita, poi il caso ha voluto che a un semaforo fosse colpita da uno dei suoi soliti colpi di tosse, durante il quale la Riveron ha notato che qualcosa gli era uscito dalla bocca, con stupore ha constatato che era un seme, quella che dopo i medici verificheranno essere la causa del suo male.

Le successive lastre hanno evidenziato la totale assenza della macchia nera. Anni prima mentre la donna era a Cuba il seme di un frutto gli era andato di traverso andandosi ad annidare nei polmoni, dopo 28 anni la donna lo ha espulso risolvendo del tutto i suoi problemi di respirazione.

Tags: cancro · cuba · donna
Commenti