Paratici coccola Cristiano Ronaldo e pensa all’Inter campione d’Italia

Cristiano Ronaldo non è assolutamente in crisi per Paratici che si coccola il suo campione, in attesa poi di vederlo sbocciare nel suo periodo stagionale preferito.

di Roberto S. 3 Dicembre 2019 12:28

Cristiano Ronaldo è stato premiato come il calciatore migliore della passata stagione al Gran Galà del calcio, una soddisfazione per il portoghese che sicuramente non sta vivendo un periodo di grande forma.

Sembra però essere del tutto diverso il parere di Fabio Paratici che continua a coccolare il suo gioiello, ribadendo come non sia un periodo difficile per Cristiano Ronaldo. Anzi Paratici ha sottolineato la grande disponibilità del calciatore portoghese che, nonostante in condizioni fisiche non ottimali, abbia dato sempre tutto sul campo. E’ un campione al quale non si può assolutamente rinunciare e Sarri sa bene come gestire la sua rosa così ricca di talento. C’è la solita rotazione inevitabile quando in attacco si è così abbondanti e la cosa più importante di questa Juventus è che quando i “panchinari” sono chiamati in causa, in genere sono sempre decisivi.

Per Paratici l’Inter può vincere lo scudetto

Nessun problema quindi con Cristiano Ronaldo che resta parte integrante di questo gruppo che ha come obiettivo principale la vittoria finale. Quest’anno la lotta scudetto è diventata sicuramente più intrigante grazie all’Inter di Conte, una squadra tosta che ha saputo compattarsi nei momenti più fragili. Per Paratici non è quindi impossibile che quest’anno il campionato possa essere vinto dai nerazzurri, anche perché è sempre complicato per una squadra vincere per molti anni in maniera costante. Per la Juventus però il calo di concentrazione in campionato non è di certo dovuto alla pancia piena, una squadra che totalizza 16 vittorie e 4 pareggi in 20 partite non è in crisi e né tanto meno appagata, ma senza dubbio ci vuole ancora del tempo per assimilare al meglio il gioco di Sarri.

Alla Juventus serve ancora tempo per assimilare il gioco di Sarri

Sostanzialmente la Juventus non è cambiata molto rispetto allo scorso anno, i calciatori che erano sul mercato sono rimasti e sono ancora piuttosto decisivi, quindi Sarri ha il compito di indirizzarli verso un nuovo modo di giocare, totalmente diverso da quello che hanno praticato negli ultimi anni con Allegri. La Champions è senza dubbio l’obiettivo primario, ma allo scudetto non si vuole di certo rinunciare. Quando inizia una nuova stagione tutti gli obiettivi sono da portare a termine nel migliore dei modi, questa Juventus ha tutte le carte in regola per fare bene in tutte e tre le competizioni, ma al momento per Paratici l’Inter di Conte ha qualcosa in più in campionato.

Commenti