Ibrahimovic sbeffeggia Cristiano Ronaldo, il Milan fa cadere la Vecchia Signora

Ibrahimovic ed il suo Milan hanno dato vita ad una delle partite più emozionanti della stagione contro la Juventus.

di Maria Barison 8 Luglio 2020 10:32

Una partita davvero incredibile quella disputata ieri sera a San Siro tra Milan e Juventus, con i rossoneri che hanno dimostrato di avere una grande forza mentale, capaci di rimontare uno 0-2 che poteva uccidere chiunque.

La Juventus di Sarri si è dimostrata forse troppo narcisista, dopo insomma aver conquistato nel secondo tempo un 2 a 0 micidiale, nel giro di nemmeno cinque minuti, improvvisamente si è ritrovata spaesata. Merito anche del rigore calciato da Ibrahimovic che ha accorciato le distanze ed ha fatto perdere sicurezza in Cristiano Ronaldo e company.

La risata compiaciuta di Ibrahimovic contro Cristiano Ronaldo

Ibra non ha mai negato la sua grande antipatia nei confronti del campione portoghese e quando quest’ultimo si è avvicinato a Szczesny dicendogli: “questo lo conosci, no?”, ha goduto doppiamente segnando alla perfezione il rigore che ha accorciato le distanze. Ovviamente però Ibra non si è accontentato del rigore, aveva sentito ciò che CR7 aveva detto al portiere bianconero, ed alla fine gli ha riso in faccia come a dirgli che forse non lo conosceva poi così bene. Il Milan è poi riuscito a rimontare in pochissimi minuti una partita che sembrava destinata al solito epilogo, con la Juventus vittoriosa e già con un piede verso lo scudetto. Invece i “diavoli” rossoneri hanno voluto rovinare la festa, come avevano già fatto sabato scorso con la Lazio, dimostrando all’Olimpico una grande forza.

Ibrahimovic l’uomo in più di questo Milan

Probabilmente il Milan è in questo periodo la squadra più in forma del campionato, gli uomini di Pioli giocano un bel calcio e senza pensieri, ognuno sa cosa deve fare in campo ed il rientro in gruppo di Ibrahimovic ha dato loro un’ulteriore spinta emotiva. Lo si è capito anche quando lo svedese è uscito dal campo, non ha smesso mai un momento di incitare i suoi compagni, per lui battere la Juventus e soprattutto Cristiano Ronaldo aveva un sapore diverso, quasi di vendetta.

Così lo svedese ha potuto ridere ancor di più a fine partita, orgoglioso di far parte di questo Milan, seppur non così blasonato come in passato, ma pur sempre l’unica squadra italiana che gli è entrata realmente nel cuore e dalla quale è ritornato senza battere ciglio. Il Milan ha così “riaperto” il campionato, seppur i sette punti di vantaggio sulla Lazio da parte della Juventus sembrano essere piuttosto rassicuranti, ma i bianconeri sabato dovranno affrontare l’Atalanta e poi c’è ancora da disputare lo scontro diretto con i biancocelesti. Tutto si deciderà in queste due settimane.

Commenti