Padre Amorth, rivelazioni shock sulla morte di Emanuela Orlandi

L'esorcista ufficiale del Vaticano fa nomi e cognomi e parla di fonti affidabili, che sono a conoscenza dell'orribile verità.

di Elena Arrisico 3 Agosto 2012 9:51

L’esorcista ufficiale del Vaticano, Padre Amorth, ha fatto delle rivelazioni agghiaccianti: Emanuela Orlandi sarebbe stata drogata, usata in un’orgia ed uccisa nelle “sacre stanze”. Queste sconvolgenti rivelazioni sono raccolte nell’ultimo volume di Padre Amorth, che getta nuova luce sul caso verso una pista di cui si era già parlato precedentemente. Certo è che sentirlo dire ufficialmente dall’esorcista del Vaticano è tutta un’altra cosa.

Secondo Padre Amorth ci sarebbero anche dei testimoni affidabili, come monsignor Simeone Duca che aveva già fatto alcune dichiarazioni su presunti “festini” con la presenza di ragazze. Intervistato da La Stampa, Padre Amorth ha affermato: “Ho motivo di credere che si sia trattato di un caso di sfruttamento sessuale, con conseguente omicidio poco dopo la scomparsa e di occultamento del cadavere“.

Secondo quanto scritto sul volume, Emanuela fu drogata, subì abusi sessuali e venne uccisa in ambienti vaticani. Tra i nomi salta fuori quello di don Vergari – ex rettore della Basilica di Sant’Apollinare – perché sarebbe stato proprio lui a far sparire il cadavere di Emanuela. Al momento, ovviamente, non ci sono prove, ma Pietro Orlandi – fratello della ragazza – a La Stampa, ha raccontato:

Le amiche della scuola di musica di Emanuela mi dissero che suor Dolores, la direttrice, non le faceva andare a messa o a cantare nel coro a Sant’Apollinare, ma preferiva che andassero in altre chiese, proprio perché aveva una brutta opinione di don Vergari. Che a Sant’Apollinare ci fossero giri strani e gravitasse un pezzo di malavita romana, non solo De Pedis con cui don Vergari era in confidenza, è purtroppo qualcosa di risaputo“.

Alcune fonti dichiarano che don Vergari è stato ascoltato dai magistrati come persona informata dei fatti, ma senza nessun altro scopo. Nessuna prova concreta, dunque, ma Padre Amorth fa chiaramente nomi e cognomi quando parla di questo giro di ragazzine. La stessa terribile sorte potrebbe essere capitata anche a Mirella Gregori, un’altra ragazza scomparsa lo stesso anno di Emanuela Orlandi che scomparve il 22 giugno del 1983 a Roma, a pochi metri dalla sua scuola di musica.

Commenti