Muore un bimbo, nubifragio killer a Messina

Ancora una volta una vittima del mal tempo, questa volta un bambino di poco più di dieci anni, che come molti altri, ora dispersi, è stato travolto da un fiume di fango in seguito ad un nubifragio repentino.

di Vincenzo Avagnale 23 Novembre 2011 15:37

Il maltempo ha colpito ancora ed ha mietuto un’altra vittima. Dopo i gravi danni a Genova e provincia in Liguria ed i nubifragi che hanno colpito la capitale e Napoli, provocando diversi morti per annegamento ed incidenti accessori. Oggi è toccato alla Sicilia essere flagellata dal mal tempo e non sono tardati anche li allagamenti e smottamenti.

Proprio uno smottamento, una frana, ha provocato il distacco di un pezzo della collina dietro la frazione di Saponara, in provincia di Messina. Il terreno si è mischiato all’acqua provocando un fiume di fango, che ha invaso le strade e travolto un gruppo di case.

Si stanno ancora cercando i dispersi, sperando di trarli in salvo dalle macerie ancora vivi, sebbene la preoccupazione sia alta, in particolare per un uomo e suo figlio, trascinati via dalla corrente, mentre la madre è riuscita a trattenersi attaccandosi alla ringhiera di un balcone.

Purtroppo non così fortunato un bambino di 10 anni, che è stato ritrovato alle prime luci di sta mattina seppellito dal fango, i soccorritori hanno estratto il povero corpicino per restituirlo alla famiglia, che tenta di consolare la madre, che pur riuscendo a salvarsi per pura fortuna non è riuscita a trattenere il figlioletto, che è quindi stato travolto ed ucciso dal fango.

La situazione fortunatamente non sembra tragica come nella ligure Borghetto Vara, sebbene il piccolo paesino di Saponara difficilmente si riprenderà senza un aiuto consistente dello stato, che già di per se tende a “latitare” nell’isola e che il consiglio regionale si è affrettato a chiamare in causa, mentre il sindaco ha chiesto lo stato di calamità per fronteggiare la crisi.

Per il momento non sembra attribuibile all’imprudenza dell’uomo e quindi alla cattiva politica idro geologica la catastrofe avvenuta in provincia di Messina, per cui difficilmente nasceranno delle indagini come in Liguria. Se le case verranno ricostruite è probabile che vi si darà una diversa collocazione, in quanto il rischio di ulteriori frane a seguito di nubifragi violenti come quello di ieri sono decisamente probabili, sebbene che una simile tempesta si scateni in Sicilia “dovrebbe” essere al contrario cosa improbabile.

Commenti