Inter di nuovo in campo contro il Brescia dell’ex Balotelli, la probabile formazione

L'Inter di Conte affronta questa sera al Rigamonti il Brescia, sfida insidiosissima per i nerazzurri che cercano la vittoria dopo il passo falso contro il Parma.

di Roberto S. 29 Ottobre 2019 12:37

Dopo il passo falso di sabato scorso contro il Parma in casa, ecco che l’Inter di Conte è pronta a ritornare alla vittoria, ma ad attenderla ci sarà un Brescia alquanto incattivito per le ultime sconfitte e non ha intenzione di rendere la vita semplice ai nerazzurri.

Questa sera al Rigamonti andrà quindi di scena il secondo anticipo della decima partita stagionale della Serie A che vedrà l’Inter affrontare il Brescia di Corini e ritroverà un ex nerazzurro come Mario Balotelli. Bisogna fare attenzione proprio agli ex, visto come l’Inter sia stata già punita nell’ultimo match da Karamoh ed anche Super Mario vorrà togliersi la soddisfazione di creare non pochi problemi alla sua ex squadra. Sicuramente quindi Balotelli partirà dal primo minuto contro l’Inter e con molta probabilità avrà al suo fianco Donnarumma, seppure risulta essere ancora possibile la pista Ayé.

I dubbi di Corini le uniche certezze di Conte

Non sono pochi i dubbi che dovrà affrontare Corini, viste le assenze di Chancellor, Torregrossa, Magnani, Tremolada, Dessena e Viviani, ma proverà a mettere la formazione migliore in campo e sperare in qualche giocata da parte di Balotelli. Anche per Conte non sembrano esserci i giusti ricambi a causa dei vari infortunati e se per Sensi e D’Ambrosio ci possono essere delle speranze contro il Bologna, al momento l’Inter dovrà fare affidamento sempre sullo stesso centrocampo, con Barella che sarà affiancato da Brozovic e Gagliardini, mentre gli esterni saranno Candreva e dovrebbe ritornare Asamoah al posto di Biraghi. Un altro possibile cambio sarà quello di De Vrij in difesa che sarà quasi sicuramente al fianco di Skriniar e Godin.

Panchina corta in casa Inter

Per il resto non si cambia nulla, con Handanovic in porta e Lautaro Martinez e Lukaku in attacco. Non c’è al momento la possibilità di fa rifiatare molti dei titolari, un problema esposto da Conte più volte, soprattutto nell’ultimo periodo, ma la società ha già fatto sapere che a gennaio interverrà nuovamente sul mercato per regalare a Conte qualche ricambio di qualità. Per ora quindi l’allenatore nerazzurro dovrà provare a mandare in campo la formazione migliore in ogni partita, pur giocando ogni tre giorni e non dando riposo ai suoi uomini.

Commenti