I bambini che vivono con Fido o Micia soffrono meno di infezioni

Un recente studio finlandese ha dimostrato che i bambini che vivono con un cane o un gatto hanno un sistema immunitario più forte nel primo anno di vita.

di Giorgia Martino 10 Dicembre 2012 11:00

Spesso i genitori rifiutano di accogliere un cane in casa per paura che ‘porti malattie’. Al contrario, un recente studio finlandese mostra come i bambini che passano più tempo con un cane hanno meno infezioni sia a livello delle orecchie che delle vie respiratorie.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics, e giunge alla conclusione che i bambini che trascorrono del tempo con un cane rafforzano il proprio sistema immunitario, specialmente nel primo anno di vita.

Anche i gatti sembrano produrre lo stesso effetto, ma con un’intensità benefica comunque inferiore rispetto a quella ottenuta con i cani.

La ricerca è stata effettuata su 397 bambini finlandesi, i cui genitori hanno scritto un diario settimanale su cui riportavano lo stato di salute dei loro piccoli dalle 9 settimane fino alle 52 settimane di vita. Complessivamente è stato riscontrato che i bambini che vivevano con cani e gatti avevano il 30% di probabilità in meno di avere sintomi di infezioni respiratorie, come tosse, dispnea, rinite e febbre, e il 50% in meno di soffrire di otite.

I ricercatori della Kuopio University Hospital in Finlandia hanno affermato: “Se i bambini avevano contatti con un cane o un gatto in casa, avevano una salute significativamente migliore nel periodo dello studio”.

In particolar modo si è notato che erano più protetti i bambini che avevano un cane in casa per almeno sei ore al giorno, rispetto a quei bambini che non avevano un cane o che li avevano fuori in giardino.

Secondo i ricercatori questo aspetto protettivo nei confronti delle vie respiratorie avviene perché il contatto con gli animali potrebbe contribuire a migliorare il sistema immunitario, portando ad una risposta più celere ed efficace contro le infezioni.

Oltre ad avere meno frequentemente infezioni all’orecchio e alle vie respiratorie, i bambini che vivevano con i cani tendevano ad avere anche meno bisogno di antibiotici.

Già precedentemente erano stati effettuati studi di questo tipo, ma questa ricerca finlandese porta con sé la novità di concentrarsi sui bambini nel loro primo anno di vita.

Commenti