Hang Mioku, la donna che si inietta l’olio da cucina in faccia

Da giovane modella ed autentica bellezza naturale asiatica, la sua ossessione l'ha letteralmente sfigurata. Ora chiede aiuto.

di Simona Vitale 9 maggio 2013 10:20

Una donna coreana, letteralmente ossessionata dagli interventi di chirurgia plastica, si è iniettata dell’olio da cucina in faccia quando i medici si sono rifiutati di continuare a farle iniezioni di silicone. L’ex modella Hang Mioku è rimasta permanentemente sfigurata dopo il trattamento di bellezza fai da te. Dopo l’iniezione di un intero flacone di silicone nero in viso, Hang ha fatto ricorso all’utilizzo dell’olio da cucina che ha lasciato il suo viso gonfio e gravemente sfregiato.

Hang ha subito il suo primo intervento di chirurgia plastica all’età di 28 anni quando era un’autentica bellezza naturale asiatica. La sua drammatica storia è stata raccontata dalla televisione coreana e i telespettatori le hanno donato migliaia di sterline per pagarle la chirurgia correttiva. 

Hang Mioku

Durante la prima delle 10 operazioni, i chirurghi hanno rimosso ben 60 grammi di silicone, olio e altre sostanze estranee dal viso. Dal collo ne son stati rimossi ben 200 grammi di tali sostanze. Il suo sogno è quello di tornare ad avere il suo vecchio volto, ma l’impresa è ardua e senza speranze.

Hang Mioku da giovane

Dopo il suo primo intervento, l’ex modella si è trasferita in Giappone dove aveva ripetuto i trattamenti, ossessionata dall’idea di avere una pelle liscia e morbida.

I medici, però, quando il suo viso si è letteralmente deformato hanno espresso il loro rifiuto a somministrarle altre dosi di silicone.

Oltre 1600 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti