Lui la tradisce, moglie si vendica ustionandolo con l’olio bollente

L'uomo dovrebbe cavarsela con una prognosi di 15 giorni, ma gli sfregi subiti potrebbero essere permanenti.

di Simona Vitale 4 giugno 2012 11:33

Si dice che la vendetta è un piatto che va servito freddo, ma non è così per tutti. Alcuni, infatti, preda dell’ira funesta, possono compiere gesti estremamente crudeli e disumani per assecondare in qualche modo la sadica sete di punizione. Ne sa qualcosa una donna di 43 anni, di origine salvadoregna che, dopo aver scoperto i ripetuti tradimenti da parte del marito, ha deciso di punirlo versandogli addosso dell’olio bollente sia sulla faccia che sul corpo. Il terribile episodio è avvenuto a Baranzate, nella zona nord della provincia milanese, secondo quanto riferito dai carabinieri di Rho.

I due protagonisti della vicenda erano i gestori della pizzeria Il Pirata di Via Milano. L’attività è ora chiusa ma, nonostante ciò, spesso il marito della donna, un egiziano di 37 anni, si inventava delle commissioni per sgattaiolare via da casa. La moglie, insospettita, ha così deciso di controllare la rubrica del cellulare del marito e i messaggi inviati e ricevuti, trovando così conferma ai suoi sospetti sul fatto che il marito la tradisse.

Dopo una prima reazione, la donna ha aspettato che si facesse notte per andare a dormire. Mentre il marito dormiva beato tra le braccia di Morfeo, la moglie tradita si è alzata, è andata in cucina dove ha messo a friggere l’olio che ha poi versato sulla faccia e sul corpo dell’uomo. Le urla strazianti di dolore dell’uomo hanno svegliato i due figli della coppia di 18 e 16 anni che, immediatamente, hanno allertato il 118. I sanitari hanno poi informato i carabinieri di Bollate. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Niguarda dove è stato ricoverato con ustioni di 1° e 2° grado, ma dovrebbe cavarsela con una prognosi di 15 giorni sebbene, a detta dei medici, gli sfregi potrebbero essere permanenti.

La donna è stata arrestata con l’accusa di lesioni gravissime e trasferita nel carcere di San Vittore.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti