Gary George, il killer che uccide in stile film horror

Ispirandosi al film "The Loved Ones", il 41enne senzatetto è stato condannato all'ergastolo per l'efferatezza del delitto.

di Simona Vitale 26 marzo 2013 13:16

Quante volte nei film e telefilm polizieschi un assassino emulare le gesta dei protagonisti di altri film o libri? Ebbene, stavolta è accaduto nella realtà. Protagonista del fatto in questione è Gary George, 41enne senzatetto, che è stato l’artefice di un brutale assassinio ispirato alla scena di un film horror. Lo scorso 30 agosto a Chester, in Gran Bretagna, Gary George ha inflitto alla sua vittima ben 49 diverse ferite con un coltello.

Non finisce qui. L’ha poi picchiata selvaggiamente, le ha praticato un lungo taglio sullo sterno e l’ha cosparso di sale, concludendo la sua opera versandogli del detergente liquido in un occhio. Uscito da casa della vittima, si è recato poi in un negozio dove ha rivelato al commesso di aver ucciso il suo migliore amico, Andrew Nell, 53 anni.

La giuria che lo ha ritenuto colpevole di un crimine particolarmente cruento ed efferato, ha potuto, per così dire, rivedere la scena del crimine per mezzo della visione del film The Loved Ones, nel quale il massacro è riprodotto fedelmente. Ragion per cui Elgan Edwards ha deciso di erogargli il massimo della pena, ovvero l’ergastolo con l’impossibilità di essere liberato prima che abbia trascorso 30 anni in galera.

Gary George, il killer che uccide in stile film horror

13 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti