Australia, lui la tocca, lei lo uccide bruciandolo. Condannata a 7 anni

Una donna australiana uccide un suo amico, colpevole di averle palpato il seno mentre lei era svenuta ad una festa. Gli versa della benzina addosso e l'uomo muore avvolto dalle fiamme. Condannata a 7 anni di reclusione, tra due potrà chiedere la libertà condizionata.

di Simona Vitale 8 novembre 2011 11:47

Una donna australiana, Kerry McNiven, è stata condannata a 7 anni di reclusione per aver ucciso del 2009 un amico, colpevole di averle palpeggiato il seno mentre lei era svenuta.

Karry si è dichiarata colpevole dell’omicidio di Gary Sewart; omicidio realizzato versando della benzina sull’uomo, che prese fuoco e morì a causa delle ustioni riportate. La condanna della donna non è per omicidio volontario, ma colposo. In realtà, non sono neppure del tutto chiare le modalità per le quali Gary avrebbe preso fuoco. Pare che qualcuno stesse fumando nelle immediate vicinanze dell’uomo, quando Kerry gli avrebbe versato la benzina addosso a Gary, che sarebbe stato immediatamente avvolto dalle fiamme.

Il giudice Lex Lasry, durante l’udienza alla Corte Suprema dello Stato di Victoria, ha riferito che diversi testimoni avrebbero visto l’uomo palpeggiare il seno della donna, dopo che quest’ultima aveva perso i sensi alla festa. Una volta saputo l’accaduto dai suoi amici, presenti alla festa, sarebbe scattata la vendetta di Kerry. Tuttavia, la donna potrà, nonostante la condanna a 7 anni, chiedere la libertà condizionata già tra due.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti