Donna si impicca in doccia a Treviso: le avevano tolto i bambini

La 46enne già in passato aveva sofferto di forti crisi depressive che l'avevano spinta più volte a tentare di togliersi la vita.

di Simona Vitale 17 Dicembre 2012 15:26

Tragedia a Treviso dove una donna di 46 anni, madre di due figli, ha deciso di suicidarsi impiccandosi in bagno nel box della sua doccia. La depressione aveva preso il sopravvento sulla madre che, prima di lasciare per sempre questo mondo e i suoi cari ha scritto: “Perdonatemi”.

La 46enne lavorava come commessa e aveva due figli di 7 e 10 anni. Da un po’ di tempo la donna si era separata dal marito e viveva da sola in un appartamento di San Fior, in provincia di Treviso, mentre i due bambini erano stati affidati al padre. Già in passato la donna era stata preda di forti crisi depressive alle quali erano seguiti già diversi tentativi di suicidio. I servizi sociali la seguivano da tempo e la curavano con dei farmaci che, però, evidentemente sono serviti ben poco al fine di impedirle il compimento dell’estremo gesto.

L’allarme è stato lanciato dalle sorelle della donna che ieri, nell’impossibilità di mettersi in contatto con lei, hanno allertato i Carabinieri. Questi ultimi, giunti in casa, oltre al corpo senza vita della donna hanno anche trovato delle lettere scritte dalla madre ai suoi bambini, ai quali chiedeva scusa per il suo gesto e per il fatto di non essere stata una buona madre.

Commenti