Uccide la moglie a colpi di forbice, fermato

L'uomo è stato accecato dalla gelosia per un presunto tradimento della moglie

di Simona Vitale 2 Luglio 2012 12:00

Dramma della gelosia in provincia di Napoli, precisamente a Palma Campania, dove un uomo di 35 anni, Giancarlo Giannini, ha ucciso a colpi di forbice la moglie, Alessandra Sorrentino, di 26 anni, madre di due figli di 4 e 6 anni. La donna è stata colta da un raptus di gelosia. L’uomo ha aggredito la moglie stanotte poco prima delle 3:00 con una forbice piccola provocandole delle ferite non mortali.

La 26enne ha poi tentato la fuga, ma il marito l’ha poi raggiunta fuori al balcone della loro abitazione in Via Municipio 92, dove l’ha poi finita, uccidendola con delle forbici grandi. Proprio sul balcone i carabinieri hanno ritrovato il corpo senza vita della donna, mentre il marito ha ammesso le sue responsabilità, raccontando di aver ucciso la donna per gelosia e per un suo possibile tradimento.

Ancora non sanno nulla i due bambini della coppia, in casa a dormire al momento della tragedia. Temporaneamente sono stati affidati ad uno zio della vittima. Pare che in macchina, al loro risveglio abbiano domandato dove fosse la mamma, ancora all’oscuro del fatto che non potranno rivederla mai più. L’omicida da pochi giorni aveva perso la madre ed è stato ritrovato in stato confusionale per poi essere condotto in caserma, dove si trova ancora sotto interrogatorio. Ad allertare i carabinieri un vicino di casa della coppia.

Commenti