Detenuto si infila il cellulare nell’ano, ma viene scoperto

Trasportato d'urgenza in ospedale, una radiografia ha accertato l'effettiva presenza del telefono nel retto del 58enne condannato.

di Simona Vitale 11 Febbraio 2013 11:33

Siamo a Colombo, città dello Sri Lanka, dove un detenuto di 58 anni, condannato a 10 anni di carcere, ha tentato in maniera decisamente “fastidiosa e pericolosa” di aggirare il divieto che non consente di avere telefoni cellulari, nel penitenziario nel quale è recluso. Pertanto, poco prima della perquisizione da parte delle guardie ha cercato di nascondere il cellulare nel proprio retto.

Peccato che il telefono abbia iniziato a squillare nel momento meno opportuno. I poliziotti, notando che le tasche dell’uomo erano vuote, hanno poi scoperto da dove effettivamente il cellulare stesse squillando. Il 58enne è stato immediatamente trasportato all’ospedale di Colombo. Qui una radiografia ha accertato la presenza del cellulare nel suo retto.

Commenti