Derubano anziana fingendosi infermiere: arrestate

Tre donne, fingendosi infermiere, si sono introdotte nell'abitazione di un'anziana a cui hanno sottratto circa 6 mila euro, tra denaro e preziosi. Grazie all'identikit fornito da un netturbino che era in zona, gli agenti sono riusciti ad arrestarle.

di Massimiliano Dramis 29 Febbraio 2012 18:51

Ennesima truffa ai danni di un’anziana. Stavolta l’episodio è accaduto a Modica, un piccolo comune in provincia di Ragusa in Sicilia. Tre giovani donne, fingendosi infermiere, si sono introdotte nell’abitazione dell’anziana per misurarle la pressione. Ma invece di prestare l’assistenza sanitaria l’hanno derubata.

Due giovani donne si erano presentate con grande gentilezza davanti l’abitazione dell’anziana, una 82enne che abita in via Liguria a Modica Alta. Quest’ultima si trovava sull’uscio di casa, intenta a prendere una boccata d’aria. Così Le due truffatrici hanno colto a volo l’invitante situazione, ed hanno convinto l’anziana a farle entrare nell’appartamento. Difatti si erano qualificate come infermiere a domicilio, e precisamente come “addette alla misurazione della pressione arteriosa in maniera gratuita e nel nome della prevenzione”. Ed ecco che la truffa entra nel vivo.

Infatti, mentre una delle due “infermiere” cercava di distrarre l’anziana con questa falsa misurazione, la complice perlustrava la  casa, cercando di trovare oggetti di valore e soldi., che sono stati puntualmente trovati. Almeno 6 mila euro sottratti all’82enne, tra denaro e oggetti di valore. Le due malviventi però non erano sole. C’era una terza complice, anche lei donna, che era appostata fuori l’abitazione, per fare “da palo”.

L’anziana donna, purtroppo quando si è accorta che era vittima di un furto, ha potuto solo constatare che le tre donne erano già in fuga. Fortunatamente, l’intera vicenda ha avuto un testimone. Un netturbino che mentre era intento a pulire la strada, si è accorto di tutto, ed è riuscito a “memorizzare perfettamente” le caratteristiche fisiche delle truffatrici, che sono state puntualmente riferite agli agenti.

Questi sono stati chiamati nel momento in cui l’anziana si è ripresa dallo shock per l’accaduto. Gli agenti, attraverso dei controlli incrociati sono così riusciti a risalire alle “false infermiere”. Due avevano già dei precedenti penali per alcuni furti. Le forze dell’ordine appena hanno raggiunto le donne, le  hanno arrestate e trasferite nel carcere di Modica.

Tags: anziana
Commenti