Decreto Sicurezza Bis, i punti e le nuove leggi dell’ordine pubblico 

Tutte le novità del decreto sicurezza bis approvato in Senato

di fabiana 6 Agosto 2019 9:00

Diciotto articoli e nuove norme sulla gestione dell’ordine pubblico per le manifestazioni di protesta e sportive, ulteriori fondi per le forze dell’ordine, porti chiusi e e multe per i comandanti delle navi che violano il divieto d’ingresso in acque italiane. 

Ecco alcune delle novità introdotte Sono le nuove norme contenute nel cosiddetto decreto sicurezza bis, il provvedimento della Lega che è stato approvato in Senato con 160 i voti a favore, 21 astenuti e 57 contrari (presenti solo 289 senatori su 321). 

I punti del decreto bis 

Finanziamento da 2 milioni per le forze dell’ordine

Il decreto sicurezza bis all’articolo 4 prevede uno stanziamento di 2 milioni di euro distribuiti nel corso del triennio 2019-2021 per il finanziamento degli “oneri conseguenti al concorso di operatori di polizia di Stati con i quali siano stati stipulati appositi accordi” per lo svolgimento di operazioni sotto copertura. 

Porti chiusi 

Il provvedimento del decreto bis stabilisce che il ministro dell’Interno “può limitare o vietare l’ingresso il transito o la sosta di navi nel mare territoriale” per ragioni di ordine e sicurezza, cioè quando si presuppone che sia stato violato il testo unico su immigrazione e in particolare si sia compiuto il reato di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”. Il provvedimento dovrà essere controfirmato dai titolari dei dicasteri di Infrastrutture e Difesa. 

Le multe 

L’articolo 2 prevede una sanzione da un minimo di 150mila euro a un massimo di un milione di euro per il comandante della nave “in caso di violazione del divieto di ingresso, transito o sosta in acque territoriali italiane”. Inoltre, come sanzione aggiuntiva, è stabilito anche il sequestro della nave. Previsto per il comandante della nave anche l’arresto in flagranza in caso di “delitto di resistenza o violenza contro nave da guerra, in base all’art. 1100 del codice della navigazione”.

Immigrazione clandestina

L’articolo 3 modifica l’articolo 51 comma 3-bis del codice di procedura penale prevedendo che la procura distrettuale diventi competente per tutte le indagini che riguardano il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Previsto anche lo stanziamento di 500mila euro per il 2019, un milione di euro per il 2020 e un milione e mezzo per il 2021 per il contrasto al reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per operazioni di polizia sotto copertura. Due milioni di euro per il 2019 previsti invece dall’articolo 12 per il rimpatrio dei migranti irregolari.

Il commento di Salvini

Più poteri alle forze dell’ordine, più controlli ai confini, più uomini per arrestare mafiosi e camorristi, è legge. Ringrazio voi, gli Italiani e la Beata Vergine Maria. 

È stato il commento di Matteo Salvini su Facebook in merito all’approvazione della legge. 

Commenti