Coronavirus, a Wuhan quarantena finita dopo 76 giorni

A Wuhan è finita la quarantena dopo ben 76 giorni di isolamento totale per la città, ma il ritorno alla normalità avverrà in maniera graduale.

di Maria Barison 8 Aprile 2020 11:48

Ci si chiede quando in Italia si potrà tornare un po’ alla normalità, ma il problema Coronavirus non è purtroppo così semplice da debellare, anche se segnali positivi arrivano da Wuhan, Cina, da dove tutto è partito.

Dopo ben 76 giorni di quarantena, finalmente a Wuhan è terminato il lockdown, con il ritorno parziale alla normalità dei vari cittadini residenti in questa città cinese che è stata completamente isolata dal resto della Cina. Era il 23 gennaio quando si è deciso di iniziare il complicato processo di quarantena a Wuhan, con tutti i cittadini costretti a restare chiusi nelle proprie case e tutte le varie attività commerciali chiuse. Inoltre non era possibile girare con i mezzi di trasporto, oltre che chiaramente lasciare la città.

Quarantena finita a Wuhan, ma con graduale ritorno alla normalità

Le misure sono state più che restrittive, in parte sono state seguite anche dall’Italia e da altri Paesi colpiti dal Coronavirus, ma nessuno ha seguito il lockdown totale come a Wuhan. Ci sono però voluti 76 giorni di quarantena per ritornare parzialmente alla normalità, perché comunque le scuole e le università sono ancora chiuse, seppur sono finalmente aperti diversi negozi ed è stata nuovamente avviata la macchina dei trasporti. La città ha festeggiato la mezzanotte dell’8 aprile con treni ed autobus decorati e grattacieli illuminati con giochi di luci.

I numeri non del tutto chiari della Cina

L’elemento positivo è che non sono stati registrati più decessi per Covid-19 e non ci sono nuovi infetti, seppur con molta probabilità ci sono ancora in giro asintomatici che rischiano di infettare. La Cina non sembra insomma aver fornito i corretti dati su casi infetti e decessi da Coronavirus, ci sono delle discrepanze, ma al momento l’emergenza sembra essere rientrata e Wuhan è ritornata a vivere dopo tre mesi di totale isolamento.

Ovviamente ci saranno come sempre le varie norme da seguire per essere quanto più cauti possibili, sono infatti ancora vietati gli assembramenti, ma uno spiraglio di luce è iniziato ad intravedersi, significa insomma che finalmente qualcosa sta cambiando. Sono aumentate le prenotazioni per viaggi, l’acquisto di altri prodotti che non riguardano necessariamente i beni primari, insomma a Wuhan la vita ha ripreso il suo corso, seppur con le dovute precauzioni. Si spera che in Italia la quarantena possa terminare prima, ma molto dipenderà dai dati delle prossime settimane sul Coronavirus.

Commenti