In Austria al via il lockdown totale per salvare il Natale

L'Austria verso il lockdown totale per salvare il Natale.

di Maria Barison 16 Novembre 2020 11:55

Tutto il mondo sta facendo i conti con la seconda ondata della pandemia da Coronavirus e soprattutto i numeri europei stanno preoccupando i vari leader politici, pronti ad usare nuove misure restrittive per evitare di trascorrere un Natale in solitudine, come insomma accaduto già con la Pasqua.

Da questo punto di vista un cambiamento radicale sta avvenendo in Austria dove, il giovane cancelliere austriaco Sebastian Kurz, ha deciso di dar vita da domani ad un lockdown totale. Le misure adottate fino ad ora, con poche restrizioni per i cittadini, si sono dimostrate inefficaci e purtroppo la situazione sta peggiorando giorno dopo giorno.

La scelta inevitabile di un lockdown totale in Austria

L’unica soluzione, secondo Kurz, è chiudere tutto e non in modo parziale come accaduto in precedenza. Solo supermercati e farmacie resteranno aperti in queste settimane di lockdown totale, per il resto si invita tutti a lavorare tramite lo smart working. L’idea del giovane cancelliere austriaco è di poter garantire un Natale più sereno e sicuro e ciò sarà possibile anche perché c’è la volontà di sottoporre praticamente tutti i cittadini al tampone.

Non è chiaro se riuscirà a controllarli tutti, parliamo comunque di 8,8 milioni cittadini austriaci, ma c’è questa volontà, vista come unica soluzione per un’apertura, poco prima di Natale, in totale sicurezza. Se tutti si saranno sottoposti al tampone, i positivi non avranno modo di uscire di casa e quindi non si rischierà di infettare le persone sane quando si proverà a ritornare un po’ alla normalità.

La Germania pronta e seguire l’esempio dell’Austria?

L’idea è di un lockdown totale e rigido fino al 6 dicembre, per poi consentire all’economia del Paese di riprendersi grazie alle tre settimane di libertà prima del Natale. E’ un periodo troppo importante per l’economia mondiale e rischiare di tenere tutto chiuso causerebbe una crisi senza fine. Anche la Germania sembrerebbe pronta a seguire le orme dell’Austria, visto come la Merkel si sia resa conto dell’inefficienza delle misure adottate fino ad ora, chiudendo insomma in modo parziale le varie attività e lasciando le scuole aperte. Kurz chiede un ultimo sforzo ai suoi cittadini per poi godersi un Natale molto più tranquillo, seppur solo con i parenti più stretti. Nelle prossime settimane si potrà capire se il modello di Kurz si sarà rivelato efficace.

Commenti