5 madri mostruose che hanno ucciso i propri figli

Ecco alcuni dei peggiori ed efferati delitti commessi da donne nei confronti di coloro che avrebbero dovuto amare e proteggere.

di Simona Vitale 15 agosto 2013 14:26

2. La donna che ha sistematicamente ucciso i suoi bambini neonati per non farsi lasciare dal marito

Neonati

Nel marzo del 2013, un tribunale tedesco ha condannato una donna per omicidio colposo infliggendole però la pena di soli nove anni di carcere per aver ucciso cinque dei suoi neonati in diverse occasioni. Le autorità tedesche hanno dichiarato ufficialmente che la donna in questione, 28 anni, ha sistematicamente ucciso i suoi neonati subito dopo averli partoriti, a casa o nei boschi, e nascosto i loro corpi perché preoccupata che suo marito l’avrebbe lasciata se avessero avuto altri figli. Questo è stato anche il motivo principale per cui lei non avrebbe detto a nessuno di essere incinta, tra cui allo stesso marito, che ha detto alla polizia di non sapere nulla delle gravidanze dichiarandosi scioccato del fatto che la moglie fosse riuscita a mantenere tale segreto. La polizia ha trovato il corpo del primo neonato nei pressi di una stazione nel 2006 a circa nove chilometri di distanza dalla città di Husum, dove la donna abitava. Nel 2007, il secondo bambino è stato trovato in un parcheggio fuori una strada regionale, alla stessa distanza da Husum, ma in una direzione diversa.

Dopo aver letto sui giornali la notizia che i risultati del DNA avevano confermato che i due bambini erano figli degli stessi genitori, la donna poi ha deciso di non seppellire più i neonati in luoghi pubblici. I 3 neonati successivi – di cui le cui autorità non erano affatto a conoscenza fino confessione della donna – sono stati sepolti in scatole nel seminterrato del palazzo dove viveva. I corpi sono stati recuperati e sono state eseguite delle autopsie, ma gli esperti di medicina legale non sono ancora stati in grado di determinare le cause o le date della loro morte.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti