Uccide la moglie indiana perché vestiva troppo occidentale

La scomparsa della donna era stata denunciata lo scorso 15 maggio.

di Simona Vitale 28 maggio 2012 13:19

Una donna indiana incinta di 3 mesi e già madre di un bambino di 5 anni è stata trovata senza vita nel fiume Po intorno alle 17:00 di ieri a San Nazzaro, una frazione del Comune di Monticelli D’Ongina, in provincia di Piacenza. Il corpo è stato rinvenuto da due ragazzi che erano sull’argine del fiume e che hanno immediatamente allertato i Carabinieri di Fiorenzuola.

La donna, Kaur Balwinde, 32 anni, era residente a Basilicaducce, frazione di Fiorenzuola. La sua scomparsa era stata denunciata dal padre lo scorso 15 maggio. Da allora l’indiana era ricercata dai carabinieri che hanno già fermato il suo presunto assassino, ovvero il marito. Kaur Balwinde, 37 anni, operaio in un’azienda agricola di Fiorenzuola D’Arda, avrebbe dapprima strangolato la donna una quindicina di giorni fa, per poi gettarne il cadavere nel Po.

L’uomo avrebbe addotto ai Carabinieri come movente dell’omicidio il fatto che la donna non seguisse le tradizioni indiane, essendo dunque rea di vivere e vestire secondo i costumi occidentali. Ammettendo dunque la sua gelosia, l’uomo l’avrebbe uccisa. In questo momento Balwinde è interrogato dal Pubblico Ministero della Procura di Piacenza Antonio Colonna.

9 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti