Megaupload chiuso: ha provocato perdite per oltre 500 milioni

La compagnia Megaupload è sotto accusa per violazione di copyright e delle leggi anti-pirateria, provocando una perdita di oltre 500 milioni di dollari a causa della condivisione illegale di film ed altri contenuti.

di Flavio Li Volsi 19 gennaio 2012 21:14

La procura federale ha chiuso il maggior servizio mondiale di streaming e file sharing su internet, Megaupload.com, e ha condannato il proprietario Kim Schmitz e altri membri dello staff per varie violazioni tra le quali leggi di pirateria e riciclaggio di denaro.

Come riporta The Associated Press, l’accusa rivolta alla compagnia è di costare oltre 500 milioni di dollari per gli introiti persi dalla mancata vendita di film ed altri contenuti. Lo stato di accusa è stato aperto dopo che il giorno prima diversi siti sono stati sospesi in segno di protesta, in seguito a due proposte del congresso che ostacolerebbero la pirateria online di programmi TV e film.

Megaupload.com, con i siti del suo network – tra cui Megavideo – è il 13esimo sito più popolare del pianeta.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI:

Oltre 21300 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti