Bevono sangue umano nei locali, ecco come nascono i nuovi vampiri

Uno studio del Gris, guidato da Giuseppe Bisetto, ha messo in evidenza come la trasgressione moderna dei giovani si stia indirizzando verso il vampirismo.

di Simona Vitale 23 novembre 2012 11:20

Un fenomeno che spesso siamo stati soliti vedere in televisione o al cinema e che ora si sta radicando progressivamente nelle abitudini di molti giovani. Parliamo del bere sangue umano come rito propiziatorio per ottenere forza, vigore, soldi, successo. Come racconta Il Mattino, questo è uno degli aspetti che emerge da uno studio effettuato dal Gris, gruppo di ricerca sulle sette guidato da Giuseppe Bisetto. 

Come raccontato dallo stesso Bisetto:

Quattro ragazzi trevigiani dai 17 ai 18 anni hanno confessato di aver partecipato a un rito del genere in un locale notturno del veneziano. Noi abbiamo segnalato ogni cosa alle autorità e adesso quel locale è chiuso da tempo. Il titolare, noto per essere un tipo stravagante, avvicinava i giovani clienti che riteneva più malleabili e li inoltrava al vampirismo. La prova cruciale era bere, dai dei comuni bicchierini di caffè, il suo sangue. In questo modo legava i suoi adepti, convinti di aver assimilato ogni suo potere, di riuscire così a ottenere i suoi soldi e il suo successo solo bevendo quel sangue. Di fronte a casi come questo è inutile parlare dei pericoli che si corrono a venire a contatto con il sangue altrui, delle malattie che si possono prendere dell’Aids. Purtroppo questo è un fenomeno in ascesa.

Il vampirismo, dunque, sembra esser diventato un fenomeno in forte ascesa. Mentre tempo fa, i giovani per trasgredire si vestivano di nero ora tale trasgressione è sfociata nel vampirismo, che si alimenta dai film sino alle feste di Halloween. Secondo Bisetto:

I giovani si aggregano, fanno gruppo e certe pratiche diventano quasi come una droga. Da qui ad altre forme di devianza il passo è breve. In molti poi passano all’esoterismo fino a finire in gruppi e circoli satanici. Ci sono quelli “acidi”, dove è abituale l’uso di droghe o di violenza, a quelli “rossi” basati su pratiche sessuali. 

Per quanto riguarda, invece, l’identikit dell’aspirante vampiro, lo studio ha messo in evidenza che:

Questi fenomeni possono coinvolgere tutti: giovani, anziani, persone mature di ogni tipo. Alla base c’è la delusione per la vita, la voglia di cambiare, di trovare strade più soddisfacenti. Si cerca, insomma, altro.

Oltre 300 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti