Julia Caples, la madre “vampira” che si nutre col sangue umano

Bevendone circa due litri al mese, la 45enne si sente bella, giovane e in piene forze. Non vuole che, però, i figli seguano il suo esempio.

di Simona Vitale 11 giugno 2013 10:51

Julia Caples è una madre di 45 anni la quale ha dichiarato che, da ben 30 anni, si nutre di sangue umano fornito da volontari. Julia ne beve circa due litri al mese. Appassionata (prevedibilmente) di vampiri, la donna spesso si riunisce con altri appassionati in negozi di genere dove si tagliano con dei coltelli e reciprocamente leccano il loro sangue. La donna riferisce che sarebbe proprio questa pratica a mantenerla giovane come i protagonisti dei film della saga di Twilight.

Tuttavia Julia sta cercando di evitare in ogni modo che tale pratica venga seguita da Alexi, il figlio di 11 anni, mentre è già fortemente osteggiata da Ariel, sua primogenita di 24 anni.

La donna, originaria di Wilkes Barre, Pennsylvania, Stati Uniti, ha detto: “Quando mi nutro di sangue umano mi sento più forte e più sana. So che scientificamente non ci sono molte sostanze nutritive nel sangue, ma forse c’è qualche valore che non abbiamo ancora scoperto.Mi sento più bella di qualsiasi altra volta quando ne bevo regolarmente e non ho problemi di salute”.

Julia ha raccontato anche le origini di quella che ormai è una vera e propria ossessione: “Sono stata spinta dall’istinto ed ho apprezzato il sapore. Non so spiegare il perché ma ho sempre voluto farlo. Inutile dire che lui non mi ha mai più voluto baciare”.

Tuttavia, Julia non ha cominciato a bere il sangue regolarmente fino a quando ha incontrato il suo ormai ex marito Donald, 49. Donald e Giulia si sono sposati in un matrimonio vampiresco nel mese di ottobre 2000 e, per festeggiare, hanno bevuto ognuno il sangue dell’altro. La coppia ha poi deciso di frequentare anche dei club nei quali veniva esaltata e celebrata la cultura del vampirismo, bevendo sangue anche con altri avventori. Ma quando la coppia ha avuto il figlio Alexi, Donald ha giurato di non bere più.

Ha detto: “Ho rinunciato, così Julia non ha dovuto. Abbiamo concordato che uno di noi si sarebbe fermato e concentrato sull’essere genitore a tempo pieno. A Julia piace ancora bere, ma lei è anche una madre incredibile e i suoi figli vengono sempre al primo posto”.

Nonostante i diversi tentativi fatti dai genitori, però, il ragazzino sembra aver compreso cosa stia succedendo in casa: “In casa siamo pieni di bare e di strane bambole. Inizio a pensare che mia mamma sia un vampiro”.

Ariel si mostra invece preoccupata per la salute di sua madre: “Secondo me si sta giocando la salute. E se si ammalasse per colpa di sangue infetto?”.

Julia rassicura tutti: “Per quanto abbia quest’abitudine, in genere voglio conoscere il donatore e vedere i suoi test per prevenire ogni contagio da malattie come l’Hiv”.

58 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti