11 segni che possono farti capire che sei sociopatico

Come capire se siamo dei potenziali criminali? Da oggi si può. Scopriamo se siamo o conosciamo dei soggetti sociopatici.

di Simona Vitale 27 agosto 2013 14:50

Forse potrebbe sorprendervi sapere che la nuova persona che frequentate o una persona cara è in realtà un sociopatico? Non è così inverosimile come si potrebbe immaginare. Sembra che uno su 25 americani sia un sociopatico, secondo quanto emerge dal libro scritto dalla psicologa di Harvard Martha Stout, autrice de The Sociopath Next Door.

Naturalmente, non tutti i sociopatici sono pericolosi criminali. Ma certamente possono rendere la vita difficile, dato che la caratteristica distintiva della sociopatia è un comportamento antisociale. Ecco dunque alcune caratteristiche che possono farci capire se siamo sociopatici o abbiamo a che fare con persone sociopatiche.

  1.  Avere un ego spropositato. Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-V) osserva che i sociopatici hanno un senso gonfiato di sé. Sono narcisisti all’estremo e credono di avere tutti i diritti del mondo, secondo quanto il dottor Seth Meyers, uno psicologo clinico del Dipartimento di Salute Mentale dell contea di Los Angeles, ha scritto per Psychology Today. Inoltre tendono a incolpare gli altri per i propri fallimenti.
  2. Mentire ed avere un comportamento manipolativo. I sociopatici usano l’inganno e la manipolazione in maniera regolare. Perché? “Solo per il gusto di mentire. Godono nel vedere se si può ingannare la gente. E a volte raccontare bugie più grandi per ottenere effetti più grandi,” ha detto il Dott. Stout intervistato da Magazine.
  3. Mostrare mancanza di empatia. “I sociopatici non hanno quei mondi espressivi interiori che la maggior parte delle persone ha e forse proprio per questo non riescono a immaginare o sentire i mondi emotivi di altre persone,” ha riferito ME Thomas, autore di Confessioni di un sociopatico.
  4. Mostrare mancanza di rimorso o vergogna. I sociopatici non mostrano rimorso, senso di colpa o vergogna.
  5. Rimanere stranamente calmi in situazioni inquietanti o di pericoli. Un sociopatico potrebbe non essere in ansia a seguito di un incidente d’auto, per esempio, ha riferito Thomas. E gli esperimenti hanno dimostrato che, mentre le persone normali mostrano paura quando vedono immagini inquietanti, o rischiano scosse elettriche, i sociopatici tendono a non farlo.
  6. Comportarsi irresponsabilmente o con estrema impulsività. I sociopatici rimbalzano da obiettivo a obiettivo e agiscono sotto l’impulso del momento. Possono essere irresponsabili quando si tratta delle loro finanze e dei loro obblighi verso le altre persone.
  7. Avere pochi amici. I sociopatici tendono a non avere amici – non quelli veri, comunque. “I sociopatici non vogliono amici, a meno che non ne abbiano bisogno.” ha riferito lo psicoterapeuta Ross Rosenberg,
  8. Essere affascinanti, ma solo superficialmente. I sociopatici possono essere molto carismatici e gentili – perché sanno che ciò li aiuterà a ottenere ciò che vogliono. “Sono truffatori esperti e hanno sempre un ordine del giorno segreto”, ha detto Rosenberg. “Le persone sono così stupite quando scoprono che qualcuno è un sociopatico perché sono così incredibilmente bravi a nascondersi dentro e sono maestri del travestimento. Il loro principale strumento per impedire agli altri di essere scoperti è una creazione di una personalità esterna.”
  9. Vivono in base al “piacere”. “Se ci si sente bene e si è in grado di evitare le conseguenze, vivranno la loro vita nella corsia di sorpasso – all’estremo – cercando la stimolazione, l’eccitazione e il piacere ovunque si possano ottenere”, scrive Rosenmberg.
  10. Mostrano disprezzo per le norme sociali. Non seguono le regole e le leggi, perché non credono che le norme della società si applichino ad essi, ha riferito lo psichiatra Dale Archer in un blog su Psychology Today.
  11. Mantenere uno sguardo intenso. I sociopatici non hanno alcun problema nel mantenere il contatto visivo ininterrotto. “La nostra incapacità di guardare lontano educatamente è anche percepito come aggressivo o seduttivo” ha scritto Thomas per Psychology Today.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti