Studentessa 19enne stuprata in discoteca: accade a Milano

La giovane, ricoverata presso la clinica Mangiagalli del capoluogo lombardo, ha ripreso conoscenza ma non ricorda nulla dell'accaduto.

di Simona Vitale 14 Gennaio 2013 15:37

Ennesima ragazza vittima di una violenza sessuale a Milano. L’hanno trovata svenuta nel bagno degli uomini della discoteca Karma, di via Fabio Massimo, una delle più note del capoluogo lombardo. Sul suo corpo tracce evidenti della violenza subita e del tentativo di difendersi. L’episodio ha avuto luogo nella notte tra sabato e domenica.

La giovane studentessa, 19 anni, era arrivata nel locale in compagnia di un gruppo di amici. A un certo punto della serata, dopo aver bevuto un bel po’, la 19enne sarebbe sparita insieme ad un ragazzo. Una delle sue amiche avrebbe iniziato a cercarla, senza successo, fino a quando non è entrata nel bagno degli uomini  e lì avrebbe trovato la ragazza svenuta, distesa a terra, con i vestiti strappati e tracce di sangue sul corpo.

Immediati sono scattati i soccorsi. La giovane è stata trasportata alla clinica Mangiagalli, al centro specializzato nell’assistere donne vittime di violenze sessuali. Secondo quanto emerso dai primi accertamenti del nosocomio, la giovane sarebbe andata in coma etilico, ma essendo presenti delle tracce ematiche compatibili, potrebbe aver prima avuto un rapporto sessuale. Solo verifiche più specifiche potranno stabilire, però, con certezza se il rapporto sessuale è stato consenziente o meno. Nel frattempo la giovane ha ripreso conoscenza, ma dichiara di ricordare poco o nulla della serata trascorsa in discoteca.

Commenti