Siria: attivisti, 56 morti negli scontri in tutto il Paese

La scia di sangue in Siria non sembra volersi arrestare: a Damasco si registrano 56 morti dopo gli scontri tra ribelli e sostenitori di Assad.

di Daniela Caruso 1 Febbraio 2012 19:28

Nuovi scontri in Siria. Il Paese diventa sempre più sanguinoso e il numero delle vittime aumenta di giorno in giorno. Salgono, infatti, a 56 i morti in terra siriana, martoriata dalle lotte tra il fedeli del regime di Bashar-al-Assad e gli oppositori. A comunicare il drammatico bollettino di guerra sono i Comitati di Coordinamento Locale.

Gran parte delle vittime si sono avute nella città di Damasco, anche in provincia. Gli scontri tra le diverse compagini stanno ancora spargendo sangue in Siria, in particolare il conflitto in atto tra militari disertori e truppe pro-Assad hanno già fatto circa 12 morti, proprio a confine con il Libano. A Homs, invece, sono ripresi gli scontri tra i disertori e i lealisti.

Commenti