Siberia, nipote fatta a pezzi e cucinata in forno

Il presunto cannibale è un uomo di 34 anni che risiede in una piccola comunità della Transbaikalia.

di Simona Vitale 24 gennaio 2013 19:07

Ancor peggio della trama di un film horror la storia della quale ci giunge notizia dalla fredda Siberia, dove un uomo di 34 anni ha ucciso la sua nipotina di 2 anni, l’ha fatta a pezzi e infine l’ha cucinata nel forno. A scoprire la macabra vicenda e a dare l’allarme è stata la stessa madre della piccola che, di ritorno da una visita ad un alcuni vicini di casa, non riusciva più a trovare la figlia. Sino a quando non ne ha scorto i resti nel forno.

L’uomo, presunto cannibale, è un 34enne che risiede in un piccolo villaggio della Transbaikalia, nella parte orientale della Siberia. Secondo quanto riferito dalla polizia, lo zio della piccola avrebbe ammesso di averla uccisa infliggendole un colpo alla testa. Sembra che alcune parti del corpo della bimba siano state trovate non solo nel forno, ma anche sparse nella stessa cucina.

Oltre 200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti