Scontri in un carcere messicano: 17 morti

Le violenze sono scoppiate a seguito di un tentativo fallito di evasione da un penitenziario a Gomez Palacio, nel nord del Paese.

di Simona Vitale 19 Dicembre 2012 10:45

Sono almeno 17 le persone rimaste uccise a causa delle violenze scoppiate all’interno di una prigione nel nord del Messico, a Gomez Palacio, in seguito a un tentativo di evasione. Il comunicato del dipartimento della sicurezza pubblica messicana ha reso noto che le vittime sono 11 detenuti e 6 guardie. Alcuni prigionieri hanno provato a fuggire per mezzo di un tunnel, ma sono stati bloccati dall’esercito inviato, nel frattempo, come rinforzo.

Nel 2010, l’ex direttore del carcere era stato arrestato per aver autorizzato alcuni detenuti del cartello della droga di Zetas ad uscire dal penitenziario al fine di portare a termine alcuni regolamenti di conti all’esterno.

I tentativi di evasione e le rivolte sono fenomeno decisamente frequente nei carceri messicani, controllati almeno per il 60% dalla criminalità organizzata secondo la Commissione nazionale dei diritti dell’Uomo.

Commenti