Roma, dal 25 maggio aumenterà il prezzo del biglietto dell’autobus

Si passa dall'attuale 1 euro a 1,50, la durata sarà di 100 minuti. Il Metrebus mensile personale costerà 35 euro. L'abbonamento annuale passerà a 250 euro.

di Enzo Mauri 22 Maggio 2012 10:08

La notizia era nell’aria da mesi ed ora i tempi sono maturi, dal 25 maggio i titoli di viaggio per coloro che viaggiano sugli autobus e metropolitane della capitale aumenteranno di 50 centesimi passando da 1 a 1,50 euro, gli adeguamenti tariffari erano già stati preannunciati dall’Agenzia per la Mobilità di Roma. A compensare per lo meno in parte il disagio per il prezzo maggiorato aumenterà anche la durata dei biglietti che passerà dagli attuali 75 a 100 minuti.

 
Ricordiamo che i biglietti sono validi su bus, tram, metrò e ferrovie, sia quelle regionali dell’Atac che quelle di Trenitalia, limitatamente al tratto urbano così come i bus Cotral. Sono esclusi , come è attualmente, tutti i titoli per i collegamenti Cotral, Tiburtina/Termini-Fiumicino, il collegamento Trenitalia no stop Termini-aeroporto di Fiumicino, i servizi turistici Archeobus e 110 Open.

Quanto ai vecchi Bit da 75 minuti saranno comunque validi e utilizzabili come gli altri titoli (Big, Bti, Cis) fino al 31 luglio mentre dal 1 agosto al 31 ottobre potranno essere cambiati nelle biglietterie Atac, versando la differenza di 50 centesimi per ognuno. Stesso discorso per tutti gli altri titoli di viaggio giornalieri (il Big da 6 euro, il Bti da 16,50 e il Birg dal costo compreso tra 3,30 e 14 euro a seconda delle zone – da 1 a 7 – della regione) o settimanali (Cis da 24 euro e Cirs dal costo compreso tra 13,50 e 61,50 a seconda delle zone – da 1 a 7 – della regione).

Per gli abbonamenti i nuovi prezzi scatteranno da giugno. Il Metrebus mensile personale costerà 35 euro, quella impersonale 53 euro. L’abbonamento annuale passerà a 250 euro. Gli invalidi con almeno il 67% di invalidità e i pensionati sociali con un reddito Isee superiore ai 20mila euro annuali pagheranno l’abbonamento 50 euro. Sarà poi possibile rateizzare il costo dell’Abbonamento Agevolato Annuale che non si acquisterà più, comunque, nelle tabaccherie e altri esercizi convenzionati, ma solo nelle biglietterie Atac e Metro presentando tutta la documentazione necessaria.

 
Con le nuove tariffe diventa obbligatorio convalidare l’abbonamento annuale elettronico all’inizio di ogni viaggio, oltre al biglietto cartaceo. Fra le novità l’agevolazione legata al quoziente familiare: gli appartenenti a una famiglia residente a Roma, con tre figli, ovvero due di cui un portatore di handicap, potranno acquistare gli ulteriori abbonamenti con lo sconto del 10%. Per agevolare le operazioni di verifica e di convalida sarà obbligatorio salire e scendere come indicato sulle porte.

Tags: roma
Commenti