Sciopero dei trasporti, il calendario di fine giugno 

Un fine giugno di passione per chi deve utilizzare i mezzi pubblici

di fabiana 23 Giugno 2019 9:00

Sarà un fine giugno di passione per tutti coloro che devono prendere i mezzi pubblici e i treni in occasione della fine di giugno: previsti una serie di scioperi a raffica che renderanno difficili gli spostamenti per i viaggiatori sia per lavoro, sia per divertimento. 

Si comincia lunedì 24 giugno con uno sciopero di 24 ore degli aerei e di 8 ore dei treni, si prosegue nella giornata di martedì 25 giugno con altre 24 ore di sciopero del trasporto pubblico locale in diverse città (tra cui Roma), si prosegue ancora il 26 giugno con un altro stop dei mezzi pubblici in due italiane mentre venerdì 28 giugno è fissato lo sciopero dei lavoratori addetti al trasporto pubblico locale in Piemonte.

Sciopero treni e trasporto aereo di 24 ore

Il 24 giugno, dalle ore 00:00 alle ore 23:59, il personale di diverse aziende di trasporti come Blue Panorama Airlines e Alitalia si fermerà a livello nazionale. Lo sciopero è stato proclamato da numerosi sindacati. 

Lunedì 24 giugno stop degli addetti di Trenitalia della sezione IMC di Milano per 8 ore, dalle 22:00 del 24 giugno alle 5:59 del 25 giugno.  

Sciopero dei trasporti a Roma e Bologna

Martedì 25 giugno sarà una giornata di passione per i cittadini di Roma e di Bologna: incroceranno le braccia per 24 ore i lavoratori dipendenti della società ATAC di Roma per ventiquattro ore, mentre in Sicilia il personale della società AMT di Catania si fermerà per quattro ore, dalle 10:00 alle 14:00.

A Bologna l’azienda TPER fermerà i propri mezzi per 24 ore mercoledì 26 giugno e si fermerà anche il personale delle sedi operative di Grosseto, Siena e Arezzo della società TIEMME. 

Venerdì 28 ad Alessandria è prevista l’astensione dal lavoro del personale ARFEA per 24 ore.  

Giornata di passione a Roma martedì 25 giugno con lo sciopero che rischia di paralizzare Roma e che era stato inizialmente programmato per la giornata di venerdì 21 giugno. Il trasporto pubblico romano a rischio per lo sciopero di 24 ore sulla rete Atac indetto dai sindacati Orsa e Usb: l’agitazione interesserà bus, filobus tram, metropolitane e ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle. Il servizio sarà garantito dall’inizio delle corse diurne e fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20 con ripercussioni anche sul servizio notturno.

Il personale di Atac si fermerà dalle ore 08:30 alle ore 17:00 e dalle 20:00 a fine servizio: rischiano lo stop i bus, tram, metro A, B e C e ferrovie concesse, Termini Centocelle, Roma Civita Castellana Viterbo e Roma Lido. Previste le consuete fasce di garanzie dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Restano invece regolari linee Roma Tpl, Cotral e Trenitalia. 

Fra le denunce dei sindacati, la “quasi totale assenza di servizi igienici ai capolinea, la negazione continua di ferie adeguate a un sufficiente recupero psico-fisico, lo stato usurato dei mezzi, l’assenza di aria condizionata nei mesi caldi, tutte situazioni che causano un peggioramento delle condizioni di salute dei lavoratori, le continue aggressioni al personale operativo, causate dalla gestione insufficiente del servizio”. 

Commenti