Ragazzino fa una strage uccidendo 8 persone: shock in Cina

Il 17enne era in conflitto con alcuni parenti della sua fidanzata che ha ucciso, armato di coltello.

di Elena Arrisico 2 Agosto 2012 14:27

In Cina, un ragazzino di nome Li ha ucciso 8 persone e ne ha ferite 5 con un coltello. La strage è avvenuta ieri notte, nella provincia nord-orientale del Liaoning, secondo quanto riferito dall’agenzia Nuova Cina.

Secondo le prime informazioni trapelate, il massacro è avvenuto ieri sera alle 21:00 circa, a Yongling – cittadina dell’amministrazione di Fushun – che si trova nella contea autonoma manciù di Xinbin, nel nord-est del paese. Il ragazzino è stato fermato e si trova adesso sotto stretta sorveglianza nella città di Fushun.

Li ha 17 anni ed è originario del distretto di Xinfu, a Funshun. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalle autorità locali, il ragazzino ha tolto la vita a due parenti della sua fidanzata – con i quali aveva delle discussioni da tempo – e ad altre sei persone. Li si è, poi, dato alla fuga senza successo, perché la polizia locale è riuscito a fermarlo e lo ha arrestato poco dopo.

Commenti