Bimba muore nella strage di Denver, la madre abortisce per lo shock

Il dolore è stato troppo grande per Ashley Moser, la madre della piccola Veronica, che ha perso così anche il suo secondo bambino.

di Elena Arrisico 30 Luglio 2012 10:32

La sua bambina ha perso la vita nella strage di Denver – in Colorado, negli USA – il 20 luglio scorso e, così, il dolore è stato talmente tanto che le ha causato anche la perdita del bimbo che portava in grembo. Questo è quanto è accaduto ad Ashley Moser, una delle persone presenti alla prima di Batman. La figlia di Ashley, Veronica, aveva solo 6 anni ed il trauma è stato così forte da causare un aborto spontaneo, portando così a 13 il numero delle vittime – questa volta senza neanche un nome – del massacro in Colorado.

Veronica era la vittima più giovane della sparatoria del cinema di Aurora, prima della morte del suo fratellino. La notizia è stata riferita dalla CNN, che cita il comunicato divulgato dalla famiglia. Ashley è tra gli 11 feriti – di cui 5 si trovano ancora in gravi condizioni – che si trovano attualmente ricoverati in ospedale e, proprio ieri, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico.

Tragicamente, il trauma estremo che ha dovuto sopportare le ha provocato un’interruzione di gravidanza“, si legge nel comunicato della famiglia di Ashley e Veronica Moser. La sparatoria al cinema è avvenuta per mano di James Holmes che si trova, attualmente, in isolamento.

Commenti