Prestiti da app veloci e semplici, ecco la nuova frontiera dei finanziamenti

Anche le banche si stanno adeguando al mondo della digitalizzazione e della tecnologia con l'arrivo dei prestiti da app.

di Roberto S. 24 Novembre 2019 18:43

Ci si ritrova qualche volta a dover fronteggiare una spesa improvvisa che però non si può sostenere, ecco che quindi si chiede aiuto alla propria banca per i classici prestiti, ma nell’epoca della digitalizzazione sono emersi anche prestiti da app veloci e super semplici.

Parliamo di una vera e propria nuova frontiera dei finanziamenti, una novità che potrebbe non poco semplificare la vita di moltissime persone che sono costrette a ricorrere improvvisamente ad un prestito. Prima, per avere un finanziamento, era necessario recarsi presso la filiale più vicina della banca o finanziaria prescelta con la classica documentazione cartacea (documenti reddituali come busta paga o cedolino della pensione), proprio allo scopo di richiedere un piccolo prestito, ora invece ci si può affidare ai prestiti da app, ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Come le banche si sono adeguate al mondo della digitalizzazione

Basta avere a disposizione una connessione internet ed attivare online ciò di cui si ha bisogno, in maniera rapida e sicura. Ci sono tra l’altro casi in cui si può addirittura accedere ad un finanziamento finalizzato o ad un prestito personale in meno di 24 ore, in modo da poter risparmiare notevolmente tempo e denaro. I prestiti da app sono aumentati notevolmente grazie alle applicazioni delle banche, sempre più filiali si sono adeguate al mondo della digitalizzazione e della tecnologia, ora tutto risulta essere più a portata di mano per il cliente, dove però non manca mai la sicurezza. Basta quindi scaricare l’applicazione della propria banca ed avere tutto sotto controllo in pochissimo tempo, effettuando qualsiasi tipo di operazione che più si desidera.

Ecco esempi pratici di prestiti in app

Nel caso dei prestiti da app ci sono degli esempi come My istant credit o Credit boost che sono stati lanciati sul mercato rispettivamente da Widiba e da Hype. Nel primo caso si tratta di un prestito attivabile direttamente dall’app della banca ed è dedicato ai clienti maggiorenni di Widiba residenti nel territorio italiano ed in possesso di un reddito continuativo. Qui è possibile richiedere fino a cinque piccoli prestiti per un importo massimo di 1500 euro, da restituire poi con rate da 3, 6, 9 o 12. Nel secondo caso invece la realizzazione è avvenuta con l’aiuto di Sella Personal Credit, e permette solo al cliente Hype Plus di richiedere fino a 2.000 euro, indicando tra l’altro al momento della richiesta il numero di rate a mezzo delle quali si intende restituire la cifra. Quest’ultimo servizio però è ancora in fase di beta, non disponibile per tutti i clienti di Hype Plus.

Commenti