Rottamazione ter, la scadenza al 31 luglio 

La doppia scadenza del 31 luglio per il versamento della prima rata della definizione agevolata e per l'adeisione alla rottamazione

di fabiana 26 Luglio 2019 9:00

Doppia scadenza fissata al 31 luglio 2019 per la Definizione agevolata o rottamazione ter. 

Entro il 31 luglio 2019 è necessario effettuare il versamento della prima rata in occasione della riapertura dei termini della pace fiscale prevista dalla legge di conversione del DL Crescita.

E sempre entro il 31 luglio sarà possibile utilizzare il modulo DA-2018-R per inoltrare le domande di rottamazione ter. Il termine ordinario previsto per l’adesione alla pace fiscale era previsto per lo scorso 30 aprile, ma con il Decreto Crescita è stata prevista una seconda finestra per i ritardatari anche considerata la presenza del saldo e stralcio. 

Come pagare la prima rata 

Effettuare il versamento della prima rata è obbligatorio, pena la revoca delle precedenti rateizzazioni e l’impossibilità di poter pattuire una nuova rateizzazione. 

Restano inalterate le modalità di pagamento degli importi dovuti per la rottamazione delle cartelle.

Il contribuente avrà la possibilità di poter pagare la prima rata presso diverse strutture e modalità: 

La propria banca

gli sportelli bancomat (ATM) degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL

Il proprio internet banking

Gli uffici postali

I tabaccai aderenti a Banca 5 SpA 

I circuiti Sisal e Lottomatica

Sul portale di Agenzia delle entrate-Riscossione e con l’App EquiClick tramite la piattaforma PagoPa

Direttamente agli sportelli.

Per aderire al servizio di addebito diretto su conto corrente, è necessario che la richiesta di attivazione del mandato, nel rispetto delle procedure e degli adempimenti previsti dal sistema interbancario, sia presentate dalla banca del titolare del conto almeno 20 giorni prima della scadenza della rata.

Se il servizio di addebito diretto viene richiesto oltre la data prevista, l’addebito diretto sul conto corrente sarà attivo dalla rata successiva. 

Come presentare la domanda

Entro il 31 luglio sarà necessario anche presentare la domanda di accesso alla definizione agevolata dei ruoli affidati tra il 2000 ed il 2017.

Con la rottamazione ter i contribuenti con cartelle affidate tra il 2000 e il 31 dicembre 2017 avranno la possibilità di poter beneficiare dello stralcio totale di sanzioni ed interessi sul debito maturato.

Chi inoltrerà domanda entro il 31 luglio 2019 potrà pagare il debito maturato, al netto di sanzioni ed interessi, pattuendo un massimo di 17 rate mentre chi ha presentato domanda entro aprile avrà a disposizione una rata in più sempre da versare entro il 31 luglio 2019. 

Commenti