Come scegliere un finanziamento con cessione del quinto

come scegliere un finanziamento

di Redazione 27 Febbraio 2020 11:16

La cessione del quinto è una particolare forma di finanziamento dedicato ai lavoratori dipendenti o ai pensionati. Cerchiamo di capire come funziona, per poter trovare le migliori proposte disponibili sul mercato.

Come funziona
In sostanza chi richiede un finanziamento con cessione del quinto dello stipendio accetta che il proprio datore di lavoro o l’ente che eroga la pensione paghi le rate mensili, detraendole direttamente dallo stipendio o dalla pensione. In questo modo la banca può contare su pagamenti costanti e regolari nel tempo. Si chiama “quinto” perché la rata mensile non può mai superare la quinta parte dello stipendio o della pensione.

Questo permette solitamente di offrire tassi di interesse contenuti, visto che il rischio che il debito non sia saldato è minimo. Le banche hanno anche la possibilità di rivalersi sul TFR del creditore, nel caso in cui sia licenziato, o anche in caso di morte o incidente che gli impedisca di lavorare per un lungo periodo di tempo.

Le soluzioni disponibili
In linea generale tutti gli istituti di credito offrono prestiti con cessione del quinto, con proposte che dipendono dalle politiche interne. Per trovare un finanziamento con cessione del quinto più adatto alle proprie esigenze, è importante considerare alcuni elementi, tra cui la durata del periodo di ammortamento e il TAEG (visto che su di esso influiscono anche le varie spese richieste per l’attivazione del finanziamento.

Durata di un prestito con cessione del quinto
C’è una durata massima del periodo di ammortamento di un finanziamento con cessione del quinto, quindi anche un tetto sul numero massimo di rate. Solitamente si tratta di un periodo di 10 anni; quindi 120 rate mensili. Visto che le rate possono ammontare al massimo al 20% dello stipendio o della pensione, sommando tutte le condizioni ci troviamo a un massimale nella cifra richiedibile, che è strettamente correlata allo stipendio o alla pensione percepita.

Commenti