Obesità: nutrizionista francese propone per risolverla un voto in magrezza

Monta la polemica per la proposta di un notissimo nutrizionista e dietologo francese, che ha proposto per risolvere il problema dell'obesità infantile l'introduzione a scuola di un voto in "magrezza".

di Vincenzo Avagnale 5 Gennaio 2012 19:13

Pierre Dukan è un professionista della nutrizione molto conosciuto e popolare, tuttavia ha fatto di recente una proposta che sta suscitando in patria, come nel resto del mondo, molte reazioni contrastanti: secondo lui per combattere l’obesità infantile bisognerebbe proporre dei voti con tanto di esami in “magrezza“. La controversa proposta è stata lanciata in un suo libro di 250 pagine in cui propone diverse diete e che ha venduto ben 8 milioni di copie.

Martedì scorso Dukan ha inviato una lettera aperta al futuro presidente della Francia, che per l’appunto è in periodo di elezioni, in cui ha proposto di stabilire per gli studenti delle scuole superiori un “peso ideale” calcolato in base al fisico ed alle caratteristiche individuali, inserendo poi al termine del corso di studi, nell’esame di maturità insomma, un bonus in punti a chiunque abbia un indice di massa corporea adeguato.

In tal modo, secondo il nutrizionista, si incentiverebbe la salute dei giovani fra i 18 ed i 25 anni, portando magari molti ad assumere abitudini salutistiche per tutto il resto della vita. Uno dei punti di forza di Dukan è proprio quello di essere un ottimo motivatore, per cui la sua opinione viene tenuta davvero in grande considerazione.

Da un’intervista concessa a Reuters: “è un fantastico modo per motivare i giovani. La maturità in Francia è molto importante e genitori e figli sono in stretto contatto per raggiungere un punteggio all’esame molto alto; quindi con questo accorgimento si permetterà alla famiglia di lavorare sulla salute dei figli, che inaugureranno in questo modo un trend positivo che avrà ottime possibilità di ripetersi e continuare nel tempo.”

In Francia, come in molti altri paesi occidentali, il problema dell’obesità è in costante crescita. Colpa dello stile di vita sempre più sedentario e della cattiva alimentazione secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i cui dati mostrano che il 50,7 della popolazione di questi paesi era in sovrappeso nel 2010, mentre di questi il 18,2% sarebbe stato classificabile come obeso (cioè una vera e propria patologia invalidante).

C’è un problema reale. Dal 1960 il numero delle persone in sovrappeso in Francia è salito da 500.000 a 22 milioni e sta aumentando ogni anno” ha detto Dukan. “Quando si raggiungono questi livelli, non è più un problema di salute, diventa un problema politico, ed i leader della nazione dovranno affrontare questo problema e prima lo faranno più nel tempo si eviterà un vero e proprio collasso sociale.” 

Commenti