Marella Agnelli, addio alla vedova di Gianni Agnelli

Sposata con l'Avvocato dal 1953 avrebbe compiuto 92 anni a maggio. I funerali si svolgeranno in forma privata

di fabiana 23 Febbraio 2019 10:00

Addio a Marella Agnelli: la vedova di Gianni Agnelli, l’Avvocato, si è spenta a Torino. A maggio avrebbe compiuto a maggio 92 anni e da tempo era malata fino a quando le condizioni di salute si erano aggravate nel corso degli ultimi giorni. 

I funerali si svolgeranno in forma privata a Villar Perosa come conferma la famiglia che ha dato la notizia. 

Figlia di Filippo Caracciolo Principe di Castagneto, scrittore saggista e diplomatico e di Margaret Clarke, di origine americana, Marella era nata a Firenze il 4 maggio 1927: aveva completato gli seguito gli studi superiori e conseguito il diploma in Svizzera per poi frequentare “l’Académie des Beaux-Arts” e “l’Académie Julian” di Parigi. Poi aveva cominciato la sua attività di fotografa a New York come assistente di Erwin Blumenfeld ed era rientrata inItalia doveva aveva cominciato a collaborare  come redattrice e fotografa per la Condé Nast. 

Nel 1953 aveva sposato a Strasburgo Giovanni Agnelli: la coppia avrebbe avuto due figli, Edoardo e Margherita. 

Nel corso della sua vita, Marella è stata vicepresidente del Consiglio di Palazzo Grassi a Venezia, presidente de “I 200 del FAI” di Milano e dell’Associazione degli Amici Torinesi dell’Arte Contemporanea di Torino, ma anche vicepresidente della Commissione Nazionale dei Collegi del Mondo Unito.

Ha sempre continuato a disegnare: nel 1973 ha realizzato per la su fabbrica di tessuti in Svizzera Abraham Zumsteg, dei disegni per tessuti d’arredamento, disegni per aziende italiane (la Ditta Ratti di Como) francesi (gli Stabilimenti Steiner), americane, la Martex e la Marshall Field’s.

Ha pubblicato diversi libri, ’Giardini Italiani’, best seller scritto nel 1973, ‘Il Giardino di Ninfa’, ‘Giardino Segreto’, ‘Ninfa Ieri e Oggi’.“Ho coltivato il mio giardino’, ’La Signora Gocà’.

photo credits | instagram

Commenti