È morta Agnese, vedova del giudice Paolo Borsellino

Malata da tempo, con grande riserbo e discrezione ha sempre manifestato, con i figli, il suo impegno nella lotta alla Mafia.

di Simona Vitale 5 maggio 2013 12:44

È morta a Palermo Agnese Piraino Leto, 71 anni, vedova del giudice Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia nel 1992. Malata da tempo e figlia del presidente del tribunale di Palermo Angelo, Agnese si era unito in matrimonio con Paolo il 23 dicembre 1968. Dall’unione nacquero 3 figli: Lucia, 44 anni, assessore regionale alla Sanità, Manfredi, 41 anni, dirigente a Cefalù del commissariato di polizia locale, e Fiammetta, 40 anni.

Da sempre molto riservata, insieme ai figli, ha solo presenziato, dopo la morte del marito, ad alcune cerimonie di commemorazione per il grande Borsellino, attivo in vita nella lotta alla Mafia insieme al collega Giovanni Falcone. 

Nonostante la sua discrezione, la signora Agnese è sempre stata anch’ella molto attiva nella lotta alla Mafia e alla ricerca della verità sull’uccisione del marito. Nei giorni scorsi a Caltanissetta è cominciato il quarto filone processuale sull’attentato a Borsellino.

7 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti