I Luoghi del Cuore: Orvinio candidato al concorso del FAI

Fino al 30 novembre si può votare tramite il sito o l'app del FAI e anche nelle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo

di Redazione 6 luglio 2018 13:21

Orvinio, borgo medievale in provincia di Rieti, è candidato al concorso “I Luoghi del Cuore” promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

Fino al 30 novembre si può votare tramite il sito o l’app del FAI e anche nelle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo. Per sostenere Orvinio basta cliccare sul link https://www.fondoambiente.it/luoghi/citta-di-orvinio?ldc e votare.

Il paese, il più alto del Parco dei Monti Lucretili, è situato su un colle e nella parte superiore si trova l’imponente Castello appartenente al Casato dei Marchesi Molvezzi Campeggi. Al borgo medievale si accede attraverso un grande arco e da qui tramite viuzze in acciottolato si può passeggiare per il centro storico e ammirare il patrimonio architettonico, il panorama e le verdi montagne intorno.

Curiosità, leggende e aneddoti avvolgono Orvinio in un’atmosfera affascinante e intrigante, tanto da spingere il visitatore e il turista ad una piacevole sosta o gita per immergersi in una realtà dove sembra che il tempo si sia fermato.

Tra aprile e giugno, in località Pratarelle, è possibile ammirare la più alta concentrazione di orchidee selvatiche (sono state censite oltre 60 specie) di tutta la zona.

Tra le curiosità si racconta che il 31 agosto del 1872, un meteorite di 3,4 kg cadde nelle campagne di Orvinio disintegrandosi in vari pezzi. Dei sei frammenti recuperati gli esemplari più significativi sono oggi conservati a Roma presso il Museo di Mineralogia dell’Università La Sapienza e presso la Specola Vaticana di Castelgandolfo.

A sostenere Orvinio in questo concorso nazionale, ci sono singoli cittadini, associazioni, comitati, la locale Pro Loco, la sezione comunale della Protezione Civile, oltre a Enti come la Media Agency Data Stampa, per la quale questo borgo è una meraviglia d’Italia da preservare.

Grazie alla 9ª edizione de “I Luoghi del Cuore” è possibile votare e cambiare il destino dei luoghi che amiamo. La competizione ambientale è rivolta a luoghi che hanno un valore sociale, identitario, affettivo e siano pertinenti con l’attività del FAI e la sua missione: beni ambientali, ecclesiastici, urbanistici, archeologici, architettonici; patrimonio intangibile; tutti i luoghi di pubblico interesse anche se di proprietà privata.

Dal 2003 – anno della prima edizione – ad oggi, grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, il FAI ha sostenuto e promosso progetti di recupero e valorizzazione a favore di 92 luoghi d’arte e di natura in 17 regioni.

Oltre 5 milioni i voti ricevuti in questi anni dalla Fondazione per più di 35.000 luoghi dalle tipologie più varie in circa 6.000 comuni in tutta Italia (il 75% del totale). Solo nel 2016 si sono attivati 316 comitati spontanei e 209 luoghi hanno ottenuto oltre 1.000 segnalazioni.

Nel 2018 il bene ambientale che avrà ottenuto più segnalazioni riceverà un contributo di 50.000 euro, il secondo classificato 40.000 euro e il terzo 30.000 euro. È previsto anche lo stanziamento aggiuntivo di 5.000 euro per i luoghi che supereranno i 50.000 voti, mentre il luogo che raccoglierà più voti nelle filiali Intesa Sanpaolo e avrà raggiunto almeno 2.000 segnalazioni beneficerà di un contributo di 5.000 euro. In tutti i casi, per poter attingere ai fondi, gli enti proprietari dei beni dovranno sottoporre al FAI un progetto specifico.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti