Joe Biden vuole il rilascio immediato di Brittney Griner

La vicenda della cestista ha preso una piega spiacevole

di Maria Barison 6 Agosto 2022 10:10

Joe Biden ha chiesto alla Russia di rilasciare Brittney Griner “immediatamente” dopo che la star della WNBA è stata incarcerata per quasi un decennio. Griner ha detto che non aveva intenzione di infrangere la legge russa portando con sé cartucce di vaporizzatori contenenti olio di cannabis quando è volata a Mosca a febbraio. Tuttavia, la corte si è sentita diversamente e l’ha dichiarata colpevole. I pubblici ministeri avevano chiesto una condanna a nove anni e mezzo, ma il giudice ha ridotto di sei mesi quella richiesta.

La Casa Bianca sta ora esercitando pressioni su Mosca affinché cambi la sentenza e lasci libero Griner. “Oggi, la cittadina americana Brittney Griner ha ricevuto una condanna al carcere che è un altro promemoria di ciò che il mondo già sapeva: la Russia sta detenendo ingiustamente Brittney“, ha affermato il presidente Joe Biden in una nota. “È inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente in modo che possa stare con sua moglie, i suoi cari, gli amici e i compagni di squadra“.

Ora che è stata dichiarata colpevole e condannata al carcere, significa che gli Stati Uniti possono ora perseguire correttamente un accordo di scambio di prigionieri. Dopo mesi di deliberazione, l’amministrazione Biden si è offerta di scambiare il famigerato trafficante d’armi Viktor Bout per ottenere il rilascio di Brittney Griner e del suo concittadino statunitense, l’agente di polizia Paul Whelan. Viktor Bout è stato un famigerato trafficante d’armi negli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000 e si è persino guadagnato il soprannome di “Mercante di morte” prima di essere arrestato nel marzo 2008.

Attualmente sta scontando una condanna a 25 anni negli Stati Uniti. Whelan è stato arrestato a Mosca nel dicembre 2018 e condannato a 16 anni in una prigione russa nel giugno 2020, con l’accusa di spionaggio. Dopo che Griner è stata dichiarata colpevole in un tribunale russo, ha supplicato il giudice di andarci piano con lei. Ha detto: “Ho commesso un errore onesto e spero che la tua sentenza non mi metta fine alla vita. Voglio scusarmi con i miei compagni di squadra, il mio club, i miei tifosi e la città di (Ekaterinburg) per il mio errore che ho commesso e l’imbarazzo che ho portato loro. Voglio anche scusarmi con i miei genitori, i miei fratelli, l’organizzazione Phoenix Mercury a casa, le fantastiche donne della WNBA e il mio fantastico coniuge a casa“. Il giudice Anna Sotnikova ha detto che il tempo che Griner ha scontato in custodia dal suo arresto a febbraio conterà ai fini della condanna.

Commenti